Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:48
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ternana ormai fuori dai giochi per la "A", ma alla vigilia della trasferta di Treviso Bolchi è ancora ottimista
Bolchi ci crede ancora. Il tecnico rossoverde è convinto che il campionato di serie B possa ancora riservare qualche sorpresa, viste le otto partite in più da disputare rispetto agli altri anni. Maciste è convinto che si può ancora sperare ma per farlo l’imperativo è vincere a Treviso questa sera. Impresa tutt’altro che facile visto che la squadra di Buffoni la settimana scorsa ha sconfitto il Palermo ma nulla è detto. Certo la Ternana si presenterà con una formazione ampiamente rivisitata visti gli infortuni a Paci e Brevi. In difesa sarà Savino a fare il centrale mentre a centrocampo è probabile la maglia da titolare per Corrent. In avanti potrebbe esserci una sorpresa: Ferrarese accanto a Zampagna, pronto a fornirgli palloni e assist per costruire le azioni. Coppia inedita quella proposta da Bolchi che comunque terrà Borgobello e Frick in panchina pronti ad entrare in qualsiasi momento. Una cosa comunque è certa: quella di Treviso è veramente l’ultima possibilità per i rossoverdi per rientrare nella zona promozione. La 16^ giornata del girone di ritorno presenta infatti alcuni scontri diretti che potrebbero favorire la Ternana ,a patto ovviamente che gli uomini di Bolchi conquistino i tre punti. Cagliari-Piacenza e Messina-Fiorentina sono gare che potrebbero annullare tutte e quattro le formazioni in due pareggi che permetterebbero ai rossoverdi di guadagnare qualche punto. Ma prima di guardare i risultati degli altri campi Borgobello e compagni dovranno assicurarsi la vittoria questa sera. Bolchi è fiducioso, ha visto la squadra giocare bene contro il Napoli ed è convinto che la sfida contro il Treviso è abbordabile. Certo i rossoverdi dovranno impostare il gioco, non dovranno lasciare troppo spazio alla manovra avversaria, memori anche delle difficoltà che la squadra di Buffoni ha creato alla Ternana al Liberati. Insomma una gara ancora una volta non impossibile da vincere, ma assolutamente decisiva. Come già detto, i tre punti lascerebbero ancora uno spiraglio per la serie A mentre una sconfitta metterebbe una volta per tutte la parole fine al sogno che a Terni vive ormai da trenta anni.
E.B.
24/4/2004 ore 9:23
Torna su