Venerdì 23/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
San Gemini: è partita la trentaduesima edizione della "Giostra dell'arme", la manifestazione si concluderà domenica 9 ottobre
Torna anche quest'anno a San Gemini la "giostra dell'arme". La manifestazione, iniziata il 24 settembre, è giunta alla sua 32ema edizione e come ogni anno si svolge nel periodo che va dall'ultima domenica di settembre alla prima di ottobre. San Gemini festeggia dunque il suo Santo patrono con una serie di interessanti manifestazioni storico folkloristiche. Principali protagonisti di questi eventi sono i due rioni, la "Rocca" e la "Piazza", che dividono il paese in una giocosa dimensione competitiva, viva da secoli, che li vede rivali a combattere nell'ambito di suggestive cerimonie: cortei che portano in mostra gli splendidi costumi del '400, compiono il giro dell' intero centro per dare modo agli Araldi di leggere i "bandi" satireggianti fatti e persone del rione avverso. E ancora, rievocazioni di avvenimenti storici della cittadina, o spettacoli d'arte varia, sempre ambientati in epoca medioevale, rivivono a suscitare l'entusiasmo popolare.In tutto questo periodo il paese diventa una sublimazione d'armonia cromatica grazie al gioco di stendardi e bandiere che rappresentano i colori dei due rioni. Per l'occasione si inaugurano mostre artigianali, di pittura e di prodotti tipici umbri, senza contare il "colore" portato dalla riapertura delle caratteristiche "tabernae" rionali, che coinvolgono nell'aria di festa la gente del luogo ed i turisti. L'apice delle manifestazioni viene raggiunto il 9 ottobre con il festeggiamento del Santo Gemine. Un corteo storico di circa 150 personaggi in costume, rievocando il cerimoniale in uso nel XV secolo, si snoda per le vie del paese fino a raggiungere la Cattedrale dove, nel corso delle funzioni religiose, hanno luogo le rituali offerte al patrono di San Gemini. A conclusione della giornata, la tradizionale processione religiosa aperta dal corteo storico. La domenica successiva, sono di nuovo in scena i rioni, che con due distinti cortei fanno il loro ingresso solenne nel "Campo della Giostra", per poi offrire al folto pubblico presente esibizioni e spettacoli vari. Dopo di ciò, le peripezie degli sbandieratori del gruppo "Casventum" di San Gemini. Dulcis in fundo, al termine delle esibizioni rionali, ha luogo la disputa del Palio della "Giostra dell'Arme", torneo equestre a squadre, in cui la prova più spettacolare è rappresentata dal lancio, al galoppo, di un' asta scagliata contro un bersaglio a forma di stemma gentilizio.

26/9/2005 ore 11:25
Torna su