Venerdì 06/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Petrineschi sulla Calvi-Otricoli: "Quella strada è a rischio,l'erba alta impedisce la visibilità agli automobilisti. Che si aspetta ad intervenire?"
La strada provinciale che collega Calvi dell’Umbria con Otricoli non è “curata” a dovere dall’Ente proprietario. E’ quanto sostiene il consigliere provinciale i Forza Italia Torquato Petrineschi il quale in una interpellanza chiede alla amministrazione provinciale di intervenire affinché provveda alla manutenzione ordinaria di quella via che e ogni giorno utilizzata da numerosi automobilisti.
“La provinciale che collega i Municipi di Calvi dell’Umbria e di Otricoli, intersecandosi con la Flaminia-attacca Petrineschi in una nota inviata a Narninews- è andata crescendo di importanza nel corso degli anni: lo sviluppo economico dell’area si è andato particolarmente caratterizzando con la presenza di numerose attività economiche ricreative. Di contro, però, alla strada non è stata fatta la necessaria manutenzione ordinaria, vedi il taglio dell’erba.Tale situazione sta creando problemi alla sicurezza stradale, in quanto alcune curve pericolose sono coperte dalla crescita di erbacce che impedisce una buona visibilità agli automobilisti. Non sussistono responsabilità ascrivibili al personale preposto, in quanto la mancata pulizia della strada è dovuta al fatto che sono stati trasferiti alle competenze del personale i tratti stradali di pertinenza dell’ANAS. Inoltre il servizio viabilità dell’Ente non è stato adeguatamente dotato di mezzi e unità operative necessarie a garantire la manutenzione delle strade di competenza del circolo. In questo periodo il problema si accentua perché-continua Petrineschi-sono in programma nei due Comuni manifestazioni culturali e religiose di notevole importanza, che determinano un aumento sensibile del traffico, arrecando un danno di immagine ai territori interessati, disincentivando di fatto la visita e la permanenza dei turisti nei territori interessati.”
(Nella foto la piazza principale di Calvi dell'Umbria in un giorno di festa)
29/4/2003 ore 11:20
Torna su