Lunedì 16/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Pasqua senza il "Memorial Ugo Nini", mancano i fondi ed il torneo salta. L'amarezza del fratello e degli amici del "Cavaliere"
Il “Memorial” dedicato ad Ugo Nini, l’indimenticabile “Cavaliere” tifoso appassionato e dirigente della Narnese per lunghissimo tempo, scomparso nove anni fa, non si farà. Non ci sono i soldi per poterlo organizzare, quindi l’edizione di quest’anno salta. Se ne riparlerà, forse, l’anno prossimo. Che tristezza, però. Avendolo conosciuto e frequentato per tanto tempo siamo convinti che questa cosa, se ci fosse stato ancora lui ed il memoriale fosse stato intitolato a qualcun altro, avrebbe fatto, come si dice a Narni, “con le mani e con i piedi” pur di organizzare la manifestazione e non lasciare un “buco” in questa edizione del 2003. Il suo carattere, la sua testardaggine non si sarebbero fermati davanti a qualche “no” pronunciato da un amministratore o da uno sponsor. Ugo avrebbe bussato ad altre dieci, cento porte, avrebbe coinvolto gli amici, si sarebbe raccomandato all’ultimo dei tifosi per organizzare una raccolta di fondi, una lotteria, insomma Ugo non si sarebbe arreso. Gli altri si. “Sono molto amareggiato ha confidato a Narninews Sergio Nini il fratello di Ugo-un torneo internazionale come quello che eravamo riusciti a mettere in piedi non si può buttare via così. E non parlo solo perché Ugo era mio fratello, lo dico perché manifestazioni di questo tipo andrebbero potenziate e non sospese per mancanza di fondi. Spero proprio che chi quest’anno ci ha voltato le spalle faccia un esame di coscienza e si attivi affinché il prossimo anno si possa riprendere l’iniziativa. Di certo Ugo non si meritava un torto simile”. Intanto un altro memoriale proprio oggi, sabato di Pasqua, si è giocato al “San Girolamo” tra la Narnese e la Fortis Terni. Una partita per ricordare Pietro Masci che per un paio di anni era stato direttore sportivo della squadra rossoblu.
19/4/2003 ore 17:02
Torna su