Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:00
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ospedale unico: Bigaroni si augura che il via ai lavori possa essere dato entro giugno del 2012
L’avvio dei lavori per la costruzione del nuovo ospedale potrebbe coincidere con la fine del suo mandato. Se così fosse Stefano Bigaroni potrebbe davvero dire di aver coronato il suo più grande sogno, quello di vedere realizzato l’ospedale unico di Narni e Amelia, del quale si parla da circa trenta anni. Ieri c’è stata l’ultima seduta della Conferenza dei servizi, quella che ha aggiunto un altro, determinante tassello all’iter burocratico che accompagna la realizzazione del nuovo ospedale. Dalla sede ternana dell’Asl Bigaroni è uscito con rinnovata soddisfazione: “ero già contento un mese fa – ha detto il primo cittadino di Narni -, dunque oggi lo sono ancora di più, perché sono stati fatti ulteriori passi avanti che ci stanno portando più o meno speditamente verso il grande traguardo, quello della posa della prima pietra”. Un traguardo che a dire il vero non è proprio dietro l’angolo ma che tuttavia, rispetto al passato, comincia ad intravedersi. Ieri la Conferenza dei servizi ha approvato la variante al Prg che permetterà di utilizzare i terreni di Cammartana per costruirci l’ospedale; nelle prossime settimane il Comune di Narni ratificherà questa approvazione, poi dovrà essere lanciato il bando di gara attraverso il quale verranno aggiudicati i lavori. Non è azzardato prevedere che tra un anno o poco più potrà essere posata la prima pietra. “Forse un anno è un po’ poco – afferma Bigaroni -, certo è che mi piacerebbe molto passare il testimone al nuovo sindaco di Narni con i lavori del nuovo ospedale già iniziati o comunque in procinto di iniziare”.
17/2/2011 ore 1:15
Torna su