Mercoledì 21/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Nuovi treni per rafforzare la flotta della FCU (Ferrovia Centrale Umbra) nella tratta Terni-Perugia-Sansepolcro
A partire dal 2008 quattro nuovi treni andranno a rafforzare la flotta della Ferrovia Centrale Umbra sulla tratta Terni – Perugia - San Sepolcro. Realizzati da “Alstom” Ferroviaria (azienda leader nella fornitura di soluzioni per il trasporto su rotaia) i nuovi elettrotreni della famiglia “Coradia” sono stati presentati dall’Amministratore unico di “Fcu” Vannio Brozzi, dagli assessori regionali ai trasporti, Giuseppe Mascio, ed alle politiche sociali, Damiano Stufara, e dall’Amministratore delegato di “Alstom” Ferroviaria Spa, Emilio Gallocchio. I treni, che si avvalgono delle più moderne tecnologie e si caratterizzano per elevati standard qualitativi e di sicurezza, hanno una lunghezza di 52 metri ed una larghezza di tre. Possono trasportare fino a 290 passeggeri, un posto è riservato ai portatori di handicap, e raggiungono una velocità massima di 160 chilometri orari. In ogni treno è prevista un’area multifunzionale per il trasporto di biciclette e bagagli. Molti i servizi a bordo: impianto di video sorveglianza per prevenire le aggressioni, schermi luminosi interni visibili da ogni punto del treno per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, toilette autopulenti, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili, tavolino estraibile con portarifiuti. L’accesso alle carrozze “a raso” del marciapiede, attraverso ampie porte, facilita la salita dei passeggeri. Una porta attrezzata con pedana mobile permette anche ai passeggeri disabili di entrare senza assistenza.
“Con l’ordine ad Alstom dei nuovi treni, per un valore complessivo di 20 milioni di euro – ha detto Vannio Brozzi -, Fcu conferma l’impegno a garantire ai passeggeri elevati standard di comfort e sicurezza, potenziando la copertura del territorio di nostra competenza. Fcu – ha aggiunto l’amministratore unico – ha un costo a chilometro tra i più bassi fra le aziende ferroviarie italiane, pari a 6euro e 50. Siamo inoltre in possesso del Certificato di sicurezza, abbiamo ammodernato i nostri mezzi e possiamo contare su personale abilitato anche per le linee nazionali. Da qui – ha concluso Brozzi – il nostro auspicio che si aprano al più presto le gare per il trasporto pubblico locale a cui intendiamo partecipare sapendo di essere competitivi”. Per l’assessore regionale ai trasporti Giuseppe Mascio “la fornitura dei nuovi treni rappresenta un evento importante per un ulteriore salto di qualità del trasporto ferroviario regionale. Nel 2010 – ha sottolineato - avremo investito 200 milioni di euro per ammodernare e potenziare la rete ferroviaria umbra e questa legislatura – ha aggiunto l’assessore – dovrà chiudersi con la consegna alla comunità regionale di una ferrovia completamente rinnovata e competitiva. Le risorse finora investite per innalzare la qualità del servizio e per rispondere in modo sempre più adeguato alle esigenze dei viaggiatori testimoniano inoltre – ha concluso l’assessore - la volontà della Regione Umbria di rilanciare la Fcu, con l’obiettivo di partecipare alle gare di trasporto ferroviario non solo in Umbria ma anche nelle regioni limitrofe, Lazio e Toscana”. “Un plauso” per l’acquisto dei nuovi mezzi è stato espresso dall’assessore regionale alle politiche sociali, Damiano Stufara, in quanto “grazie alla fornitura di Alstom ed all’abbattimento delle barriere architettoniche sarà possibile anche per i disabili poter finalmente accedere alla rete ferroviaria. Oggi – ha aggiunto Stufara – si è concretizzato un auspicio positivo: garantire alle diverse tipologie dei cittadini la massima e migliore autonomia possibile. I nuovi treni – ha concluso l’assessore alle politiche sociali – sono quindi innovativi anche su questo versante, frutto di specifiche sensibilità e di politiche integrate che prestano la giusta attenzione a tutti i cittadini, inclusi i diversamente abili”.
“Il nuovo treno regionale realizzato da Alstom Ferroviaria per FCU - ha detto Emilio Gallocchio, Amministratore delegato di Alstom Ferroviaria Spa -, nasce per rispondere alle esigenze dello sviluppo delle regioni al di fuori delle grandi città. E’ un treno di grande successo: Trenitalia ne ha ordinati 213 a cui si aggiungono numerose richieste da parte di amministrazioni regionali. Quattro – ha aggiunto - sono i parametri che lo caratterizzano, un elevato livello di confort, la prestazione sui collegamenti brevi ma rapidi, la manutenibilità e la sicurezza, è infatti previsto il montaggio del sistema di controllo marcia treno (“Scmt”)”.

8/7/2006 ore 14:33
Torna su