Lunedì 26/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Nera Montoro: il vescovo Piemontese celebra la messa pasquale all'interno dell'Alcantara
Il vescovo Giuseppe Piemontese ha presieduto ieri mattina (venerdì 27 marzo) la celebrazione in preparazione alla Pasqua all’Alcantara di Nera Montoro. la messa è stata concelebrata dal parroco don Pietro Blaj e da don Marco Castellani. Numerosi i lavoratori convenuti presso la palazzina dell’istituto della ricerca e della tecnologia dell’Alcantara, insieme al direttore Giovanni Belloni, a Rosa Rodolfo della Bayer, a Federici Monica Italeaf Ternienergia, a Rinaldo Leonardi della Scat di Terni, operai, ricercatori, tecnici e personale della fabbrica. “Non è un fatto abituale celebrare la messa nel luogo di lavoro – ha detto il vescovo Giuseppe Piemontese -, ma in alcune circostanze particolari come quella del precetto pasquale è bello ritrovarsi per viverne insieme il mistero. La settimana santa e il triduo pasquale sono il momento più importante e indispensabile per comprendere il messaggio cristiano e vivere la vita cristiana. La passione e morte di Gesù sono un messaggio grande di amore che colma le distanze tra umano e divino, che unisce la dignità di Dio e la natura umana. Gesù si è consegnato nelle mani dei suoi avversari, dimostrando fino a che punto ci vuole bene e ci ama; nel consegnare la sua vita ci dimostra fino a che punto ha amato l’umanità intera. Tutta la nostra vita è come la pasqua di Gesù, il lavoro che è fatica, la sofferenza della malattia e della morte fanno parte del mistero pasquale. Ma non possiamo fermarci a questo, anzi dobbiamo viverlo con amore e in prospettiva di una vita piena nella resurrezione. Siamo qui per chiedere al Signore che esaudisca i nostri desideri e ci aiuti stabilire tra di noi le stesse relazioni che ha stabilito con i suoi amici e nemici, ossia relazioni d’amore, di dono, di comprensione, di misericordia. La preghiera è per le famiglie e per la fabbrica, perchè le relazioni possano essere sempre improntate al rispetto reciproco e così possiate trovare soddisfazione nel lavoro che fate a servizio del bene della società e dell’umanità, e perché ciascuno possa essere contento nella famiglia, nella chiesa, nella città”. Al termine della celebrazione il vescovo ha visitato il reparto fibra dell’Alcantara seguendo le varie fasi della produzione.
28/3/2015 ore 14:09
Torna su