Mercoledì 23/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:02
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Nera Montoro: il figlio della donna morta nell'incidente è stato affidato temporaneamente al fidanzato della stessa
Si indaga per scoprire le cause che hanno determinato la tragedia aerea accaduta due giorni fa a Nera Montoro. Le indagini dovranno appurare se i pericolosissimi volteggi fatti dal velivolo pochi istanti prima di cadere sopra alle case del villaggio siano stato il frutto di una manovra azzardata del pilota, o se invece a bordo stava accadendo qualcosa di anomalo (un’avaria o un malore del conducente) e l’aereo non era più governato. Gli investigatori ci vanno cauti nel dare per scontato che il pilota si sia abbassato così tanto ed abbia cominciato a fare dei “giretti” sopra al paese per dare modo alla povera Eszter di salutare il suo bambino che era in piscina. “Nessun pilota – dicono gli esperti – farebbe mai una cosa del genere”. Una perizia stabilirà come sono andate effettivamente le cose. La Procura di Terni ha aperto un’inchiesta, ipotizzando nei confronti del pilota il reato di omicidio colposo. Intanto c’è un altro grosso problema che dovrà essere risolto e che riguarda il figlio della giovane straniera scomparsa. Lei era vedova e da quanto si è saputo non ha nessun parente che possa prendersi cura del bambino. Ieri mattina dall’Ungheria sono arrivati degli amici della vittima, tra loro un uomo di 55 anni che ha detto di essere una sorta di nonno adottivo, in quanto Eszter prima di venire in Italia aveva lavorato per molto tempo in casa sua e il bambino gli si era affezionato. L’uomo ha manifestato l’intenzione di prendersi cura del piccolo, che è un cittadino ungherese, ma spetterà alle autorità (Tribunale di minori ed ambasciate) decidere a chi affidare lo sventurato fanciullo. Nel frattempo il Tribunale ha deciso di affidare il bambino al fidanzato della mamma, un romano che si è ora stabilito in casa di Eszter a Nera Montoro, per stare col bambino. A quest’ultimo, che ha assistito alla tragedia e chiede continuamente notizie della mamma, è stata raccontata una pietosa bugia: “tua mamma è stata portata in Francia, in una clinica dove la stanno curando dopo l’incidente; presto tornerà”.


11/8/2011 ore 12:31
Torna su