Venerdì 23/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:25
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Nera Montoro: il Comune svuota e chiude la piscina a causa di alcune crepe che avevano provocato infiltrazioni di acqua sulla collina
La piscina comunale di Nera Montoro è stata chiusa. Difficile sapere se e quando verrà riaperta. La brutta notizia, per le tante persone che da più di trent’anni usufruiscono di questo apprezzatissimo impianto, è arrivata come un fulmine a ciel sereno e l’hanno portata i tecnici del Comune di Narni chiamati a dare una spiegazione a delle strane infiltrazioni che erano state notate negli ultimi giorni a ridosso della collinetta sulla quale poggia il grande invaso e soprattutto a quei ruscelletti che negli ultimi tempi erano stati notati nella parte bassa del paese in luoghi dove mai prima era stata vista sgorgare dell’acqua. C’è voluto poco a capire che quella non era acqua sorgiva ma che conteneva del cloro e che quindi poteva provenire soltanto dalla piscina situata al centro del paese. Da un primo esame è emerso che il peso dell’acqua contenuta nella piscina ha spostato di qualche centimetro la collina stessa, creando una sorta di piccolo smottamento che ha messo in allarme gli stessi tecnici. Tutti quei metri cubi di acqua nessuno sa dire quali guai potrebbero aver determinato e lasciare l’invaso ancora pieno avrebbe solo potuto creare ulteriori rischi, così i tecnici non hanno avuto dubbi nell’ordinare l’immediato svuotamento della piscina e la successiva chiusura “a scopo precauzionale”. Da alcune indiscrezioni si è saputo che il fondo della vasca presenta da tempo delle crepe, che non sarebbero solo superficiali ma avrebbero aggredito l’intera struttura in cemento armato permettendo così all’aacqua di penetrare nel terreno e di scavarsi dei ruscelli sotterranei che andavano a sfociare ai piedi della collina. Per rimettere a posto ogni cosa ci vorrà una ristrutturazione radicale dell’impianto, come dire che per quest’anno i cittadini di Montoro e delle numerose frazioni viciniore, dovranno per quest’anno rinunciare a fare i loro bagni. “In pratica-ha spiegato un tecnico-è successo che dalle piccole crepe che si sono aperte sul fondo, sia filtrata una quantità tale di acqua che ha fatto ‘scivolare’ in basso di alcuni centimetri la collinetta sulla quale l’invaso è stato costruito”. Al momento non sembra che questo movimento abbia creato dei pericoli per le numerose case che si trovano intorno alla piscina, ma i tecnici non si fidano e vogliono approfondire le loro indagini per capire quanta acqua si è infiltrata e quali danni essa potrebbe aver prodotto. Quali siano state le cause che hanno contribuito a far aprire le crepe sul fondo della piscina, nessuno è in grado di dirlo. Qualcuno parla di alcune piante che erano cresciute lungo la parte alta della scarpata posta ai fianchi della collina su cui sorge il paese e che tempo addietro sarebbero state tagliate. Essendo venuto meno il sostegno di queste piante il peso dell’acqua contenuta nella piscina potrebbe aver determinato lo smottamento.
14/7/2005 ore 4:58
Torna su