Martedì 22/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:42
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: venerdi 4 settembre porte aperte a palazzo Sacripanti per gli "Open day" dell'università
Il corso di laurea in Scienze per l’investigazione e la sicurezza della facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli Studi di Perugia aprirà al pubblico le proprie strutture di Palazzo Sacripanti, in piazza Galeotto Marzio, a Narni, venerdì 4 settembre, dalle 10 fino alle 18, in occasione degli Open Day. Un’importante occasione per incontrare docenti, studenti e laureati, per visitare gli spazi didattici e informatici, i laboratori di ultima generazione e la biblioteca, ma anche per visitare il territorio, ricco di meraviglie paesaggistiche e artistiche e per comprendere in quale ambiente naturale e culturale si potranno approfondire gli studi universitari. Le strutture che ospitano il corso di laurea, che si appresta ad iniziare il suo quarto anno di attività, dopo aver raccolto numerosi consensi e 850 iscritti, sono distribuite nell’intero centro storico della città di Narni il cui edificio principale è Palazzo Sacripanti in Piazza Galeotto Marzio. Si tratta di un prestigioso palazzo seicentesco che fa da quinta ad una delle più belle piazze della città e che si affaccia sull’ampia vallata della conca ternana. Durante l’Open Day ai visitatori saranno illustrati gli obiettivi e le prerogative del corso di laurea in Scienze per l’investigazione e la sicurezza, un settore che negli ultimi anni è stato al centro dell’attenzione della società civile e delle istituzioni. Gli scenari attuali, infatti, pongono il tema della sicurezza come centrale per lo sviluppo civile e sociale delle democrazie occidentali, e ad esso si lega anche il complesso settore dell’investigazione e di ciò che è ad essa connesso. Le discipline che si affrontano durante il triennio di studi, inoltre, comprendono materie prettamente scientifico-tecnico, ma anche discipline di matrice umanistica e tra queste ultime campeggiano gli insegnamenti storici e sociologici. Mentre per quanto riguarda gli sbocchi lavorativi previsti da questo profilo riguardano l’organizzazione attiva dei servizi di sicurezza nei suoi più ampi risvolti, nonché, l’attività di esperto consulente negli ambiti aperti dalla riforma del processo penale con la legge 397/2000, la quale prevede l’inserimento nelle indagini difensive di figure nuove, quali sono quelle con competenze certificate nei settori della sicurezza e dell’investigazione. La prova di ingresso, infine, al corso di laurea, che sarà non selettiva ma orientativa, si terrà venerdì 11 settembre, alle ore 15.30, e ogni candidato dovrà presentare un documento di riconoscimento. Per ogni ulteriore informazione si può contattare l’info-point del corso di laurea al numero 0744.7632.
3/9/2009 ore 13:54
Torna su