Venerdì 17/08/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: troppo stretta la carreggiata riservata alla circolazione delle auto in piazza dei Priori
Un "corridoio" troppo stretto. Che nasconde insidie e pericoli, sia per i pedoni che per gli automobilisti. Da qualche tempo l'amministrazione comunale ha deciso di disporre in modo diverso, rispetto a come era in passato, gli arredi urbani di piazza di Priori. La scelta, che può essere condivisa da un punto di vista estetico, a detta di molti cittadini sembra creare qualche problema alla circolazione. Infatti gli automobilisti che provengono da via Garibaldi e vanno in direzione di via Mazzini, arrivati all'altezza del palazzo dei Priori, sono costretti ad "infilarsi" in una sorta di "corridoio" delimitato a sinistra dalle fioriere ed a destra dalle mura del palazzo medesimo. Lo spazio è abbastanza risicato e diventa insufficiente nel momento in cui (accade molto spesso nell'arco della giornata) dentro a questo "corridoio" si trovano a passare contemporaneamente automobili e pedoni, con grossi rischi per questi ultimi. L'altro problema si presenta qualche metro più avanti, all'altezza della fila di colonnine metalliche (dissuasori di parcheggio) installate davanti alla chiesa della Madonna di Lourdes. Queste, essendo di colore grigio scuro, risultano difficilmente individuabili da chi arriva in auto. Basta un attimo di distrazione e si rischia di finirci contro. Ora i narnesi, bene o male, sanno della presenza di quelle colonnine, ma la gente di fuori no. E siccome ad oggi in piazza dei Priori può transitare chiunque, sarebbe opportuno eliminare il pericolo, segnalando la presenza di quegli ostacoli, che si potrebbero, ad esempio, verniciare a strisce bianche e rosse in modo tale da renderle visibili da una certa distanza. Sarebbe, poi, il caso di spostare di qualche decina di centimetri le fioriere verso il palazzo comunale, in modo da allargare lo stretto "corridoio" e rendere la circolazione degli autoveicoli più sicura per tutti.
8/8/2018 ore 3:15
Torna su