Domenica 15/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Tpn contesta l'attività dei vigili urbani: "anzichè fare le multe con l'autovelox si occupino di cose più urgenti"
"I vigili urbani di Narni dicono di essere sotto organico e di non farcela a coprire tutti i servizi? Ci spieghino, allora, perchè anzichè occuparsi di cose più urgenti, vanno spesso sul raccordo a rilevare la velocità con l'Autovelox". A porre la domanda è Gianni Daniele, leader di Tutti per Narni che contesta, senza peli sulla lingua, il modo di operare della polizia municipale. "Vengono mandate - osserva l'esponente di Tpn -, pattuglie con l’Autovelox a rilevare la velocità sul raccordo Terni-Orte. Il Rato è una strada extraurbana principale, che non ha nulla a che vedere con i centri abitati ai quali la polizia municipale dovrebbe essere deputata a fare i controlli. Sul raccordo - continua Daniele -, è la Prefettura che autorizza l’invio delle pattuglie, ed è lo stesso Ente che autorizza anche il rilevamento della velocità senza contestazione immediata anche nei centri abitati. Proprio alla Prefettura abbiamo fatto presente sia la situazione di sofferenza in cui versa l’organico dei vigili urbani narnesi, sia l’opportunità o meno di effettuare nei centri abitati la contestazione immediata. La Prefettura ha girato la nostra missiva al comandante della Polizia Municipale di Narni, il quale ha affermato che i controlli sono tutti regolari e che: 'Nei giorni in cui vengono espletati i servizi di Polizia Stradale con l’autovelox sulla S.S. 675 (Rato ndr), tra l’altro si tratta di tre al massimo quattro servizi al mese, il servizio di vigilanza e controllo del territorio comunale e del centro urbano è stato sempre garantito con la presenza di una e in alcune occasioni, anche di due pattuglie della polizia municipale'. I conti - osserva Gianni Daniele -, non tornano perchè una pattuglia sul raccordo, 2 pattuglie nei centri abitati fa un totale di 6 agenti in un solo turno. L'altro turno, considerato che almeno tre vigili sono in ufficio e che possono spesso esserci degli assenti, come lo si copre? Noi non contestiamo la regolarità dei controlli se è la Prefettura ad autorizzarli, ma in una situazione di così grave carenza di personale, della quale i vigili si sono più volte lamentati negli ultimi tempi, è davvero necessario trascurare altri servizi e dedicarsi alle multe con l'autovelox sul Rato? Qualche giorno fa - ricorda Daniele -, a causa dell'ennesima interruzione della circolazione sul raccordo in direzione di Terni, lungo la Strada Amerina si sono formati oltre 2 chilometri. La fotoche pubblichiamo documenta in modo chiaro il lungo 'serpentone'. Ebbene al bivio tra l'Amerina e via Tuderte non c’era nessuno a regolare il traffico e questo fatto ha determinato ulteriori ingorghi a valle, con code lunghissime che si sono formate sia lungo la Tuderte che nella zona del Ponte di Augusto e fino a Tre Ponti. Se alle prossime elezioni i cittadini ci daranno fiducia - promette Daniele -, tuteleremo la loro sicurezza nei centri abitati piuttosto che fare esercizio di pura cassa sul raccordo. Le famose 'buste verdi' non incrementano il turismo a Narni, ma semmai lo rovinano".
(Nella foto, una lunga fila di auomobili lungo la ex statale Amerina, secondo daniele di Tutti per Narni non c'era nessuno a gestire l'ingorgo)
11/10/2016 ore 3:55
Torna su