Mercoledì 20/02/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: studenti del "Gandhi" propongono delle soluzioni per ridurre l'uso della plastica
Si è svolto nei giorni scorsi presso l’Auditorium “Bortolotti” di Narni il 9° Memorial “Lida Proietti”, organizzato dall’Associazione di Narni per la lotta contro il cancro. In questa edizione è stato dato seguito ad un progetto nato lo scorso anno in collaborazione con l’Istituto Gandhi di Narni Scalo. Nella circostanza gli studenti di diverse classi hanno realizzato delle ricerche sui principali fattori inquinanti del nostro territorio e in questa edizione invece sono passati dalla ricerca all’azione con proposte indirizzate ad affrontare la tematica con soluzioni vere e proprie ai diversi problemi. Le matrici su cui si è elaborata la ricerca prima e l’azione poi sono state: "Matrice Acqua", con il coordinamento di Campili Elisabetta, "Matrice Aria", con il coordinamento di Sperandei Oliva, "Matrice mangiare con gli occhi", con il coordinamento della dirigente solastica Ingletto Adria e "Matrice alimenti", con il coordinamento del Prof. Fossati Francesco Paolo. Dopo la presentazione dell’evento da parte di Adiberto Favilli ed i saluti del presidente Anlcc Carlo Capotosti e dell’Assessore SilviaTiberti per l’amministrazione comunale, gli studenti hanno presentato diversi elaborati che hanno spaziato su diverse tematiche proponendo azioni tese alla riduzione di diverse forme di inquinamento. Proposte tendenti alla riduzione dell’utilizzo della plastica sono venute da due gruppi di studenti che hanno addirittura realizzato due start-up: la prima per la creazione di piatti e ciotole commestibili che hanno già proposto al mercato e la seconda per la produzione di oggetti, come penne, matite ed altro con materie prime completamente biologiche, realizzate con un macchinario anch’esso costruito con materiale biodegradabile. In merito alla problematica dell’aria le proposte sono state indirizzate a metodi del tutto naturali per la riduzione dell’inquinamento atmosferico all’interno dei locali utilizzando le piante. Altrettanto interessanti sono state le proposte per quanto riguarda l’alimentazione con precise indicazioni per un corretto modo di cibarsi evitando comportamenti scorretti ed abitudini sbagliate derivanti dalle sollecitazioni del mercato. Le conclusioni del professor Briziarelli Lamberto hanno dato all’incontro oltre che un contributo di elevato valore scientifico una chiara indicazione di come i giovani se ben indirizzati sappiano cogliere con intelligenza e capacità le occasioni per dimostrare quanto importante sia l’impegno necessario per affrontare tematiche globali e difficili come quelle ambientali con metodi semplici ma risolventi.
22/1/2019 ore 13:33
Torna su