Martedì 17/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:28
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: se il Comune vende il castello di "San Girolamo", i cittadini rischiano di rimanere per molto tempo senza piscina
Narni rischia di rimanere per più di un anno senza piscina comunale. La vendita del castello di “San Girolamo”, che potrebbe in tempi non lunghissimi vedere chiusa la trattativa tra il Comune ed una società proprietaria di una catena alberghiera, porrebbe i compratori nella condizione di diventare proprietari anche della piscina, l’unica attualmente a disposizione dei narnesi. Questo comporterebbe quale conseguenza il fatto che i narnesi non potrebbero più disporre dell’impianto comunale dove da più di trenta anni vanno a bagnarsi ed a prendere il sole da giugno ad agosto. E’ difficile ipotizzare infatti che nel caso la società alberghiera dovesse acquistare castello e piscina decida poi di aprire al pubblico l’impianto; è più verosimile credere che la stessa piscina sia ad uso esclusivo dei clienti dell’hotel. Dal Comune ammettono che un rischio del genere può esistere ma al tempo stesso fanno notare che un sacrificio del genere varrebbe la pena di farlo perché comunque con i soldi ricavati dalla vendita del complesso di “San Girolamo” ci scapperebbe un giusto gruzzolo di denaro da spendere per la costruzione di una piscina nuova di zecca in un luogo da stabilire. E qui viene da chiedersi se finalmente gli accorati appelli della consigliera Maria Lanari (An) che da più di dieci anni va sostenendo la causa degli abitanti di Narni Scalo che vorrebbero una piscina nella zona del parco pubblico, verranno accolti. Ma sul luogo esatto dove, sempre che la trattativa riguardante la vendita del castello vada a buon fine, dovrebbe sorgere la nuova piscina comunale, nessuno si pronuncia. “Aspettiamo di vedere come andranno le cose nelle prossime settimane – dicono dall’assessorato ai Lavori Pubblici -, poi si potrà anche parlare di dove, come e quando realizzare il nuovo impianto”.
22/11/2006 ore 15:16
Torna su