Martedì 11/12/2018
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:21
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: sdegno e rabbia tra la gente per gli atti vandalici compiuti all'indirizzo dei presepi allestiti nel centro storico
Sdegno e rabbia. Sono le sensazioni provate da quanti sono venuti a conoscenza degli episodi accaduti in via XX Settembre a Narni. Qui mani ignote hanno preso di mira i presepi allestiti dai commercianti e dai cittadini della zona, danneggiandoli. Un gesto inqualificabile, che si commenta da solo e che ha creato rabbia nei residenti. "Il fatto - riferisce un commerciante della zona -, è accaduto qualche notte fa e ce ne siamo accorti solo la mattina successiva. Il piccolo presepe che avevamo allestito in via XX Settembre, nei pressi dell'Aquila Nera, era stato messo a soqquadro. Alcune statuine erano state 'decapitate' e buttate in mezzo alla strada, mentre Gesù Bambino era sparito. Stessa sorte è toccata all'altro presepe allestito nella piazza di Pozzo della Comunità. Qui sono state 'rubate' le piccole statue della Madonna, San Giuseppe e del Bambinello". I commercianti hanno deciso di ricomprare le statuine che sono state rubate, augurandosi che quanto accaduto non abbia a ripetersi. La gente di Narni, intanto, si interroga su chi possa essere stato a compiere gesti del genere. A tale proposito vanno ricordati analoghi episodi accaduti in passato. Nel 2011 qualcuno, sempre di notte, rubò una pecora nel presepe "monumentale" allestito sugli scaloni di piazza Garibaldi. A dicembre di due anni fa, invece, qualcuno se la prese con la statua dell'asinello, nello stesso presepe di piazza Garibaldi, e, forse, lo stesso individuo, 'rubò, la statuina di Gesù Bambino nel presepe allestito all'interno della fontana di piazza dei Priori.
(Nelle prime due foto il presepe di via XX Settemrbe, nella terza foto quello allestito in piazza Pozzo della Comunità)
6/12/2018 ore 3:45
Torna su