Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: spetterà alla Asl decidere se far chiudere a scopo di bonifica la scuola media "Luigi Valli" infestata dai topi
Spetterà ai medici del Servizio Igiene Ambientale della Asl 4, decidere se aspettare le vacanze di Natale per fare un nuovo intervento di bonifica contro i topi, presso la scuola media "Luigi Valli" di Narni Scalo, oppure se agire prima ed anticipare di una decina di giorni la chiusura dell'istituto. Tutto dipenderà dalle operazioni di verifica iniziate ieri mattina dai tecnici della Asl e che si concluderanno entro la fine di questa settimana. In pratica, al termine dell'incontro che ha visto la presenza dell'assessore comunale alla Scuola Francesco De Rebotti, del dirigente scolastico Wilma Toni, del dottor Pelle, in rappresentanza della Asl, del responsabile della ditta che fornisce i pasti presso la mensa della scuola e di alcuni genitori dei ragazzi che frequentano l'istituto, i responsabili della Asl hanno deciso di lanciare un nuovo e abbondante quantitativo di esche avvelenate per vedere se si riesce a togliere di mezzo i topi che ancora insistono all'interno della scuola. Dai controlli fatti ieri è infatti apparso evidente che i roditori, nonostante le precedenti disinfestazioni, ancora ci sono e sarebbero anche in buon numero a giudicare dalle tante esche "mangiate". L'assessore De Rebotti non nasconde la sua preoccupazione rispetto al rischio di una chiusura a scopo cautelativo della scuola. "Speriamo che il nuovo intervento di derattizzazione della Asl sortisca gli effetti sperati – ha detto – altrimenti dovremo davvero prendere in considerazione l'idea di chiudere la scuola tra qualche giorno e riaprirla dopo le festività natalizie". Una evenienza che non disturberebbe affatto gli studenti della "Valli" molti dei quali ieri mattina non hanno nascosto la loro euforia e anzi si sono dichiarati pronti a "tifare" per i topi. "Non saranno certo gli studenti – commenta scherzosamente l'assessore – a dare conferma o meno della presenza dei ratti, che dovrà essere eventualmente certificata dai medici della Asl".


4/12/2008 ore 5:05
Torna su