Sabato 24/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: sale l'attesa per lo spettacolo di Enrico Brignano in programma al teatro Open Air martedi 1 settembre
C’è grande attesa per lo spettacolo “Le parole che non vi ho detto” che Enrico Brignano metterà in scena martedì 1 settembre presso il Teatro Openair di Narni Scalo. Il celebre comico romano ha già fatto registrare il tutto esaurito, preannunciando una serata davvero scintillante. Enrico Brignano affida alla brava e spigliata Simona Samarelli il ruolo della Memoria in uno spettacolo che lega a doppio nodo lo scopo del non dimenticare all’arte di giocare con la quotidianità. Uno spettacolo sul filo del ricordo, uno show che da voce a sentimenti ed emozioni, provando a riempire il silenzio di una comunicazione sempre più difficile con ironia e comicità. Brignano diverte divertendosi, incastonando battute a raffica in un copione studiato, vissuto ed inventato. L’attore romano rompe il ghiaccio con una vera e propria traversata linguistica del paese, con un’escursione tra le tante varietà dialettali, dal lombardo al siciliano. Ma questo non è che il primo passo di un percorso incentrato sulle molteplici possibilità di giocare con significati, metafore, allitterazioni e scioglilingua. Brignano rilegge “Giulietta e Romeo” scherzando con la lingua di Shakespeare, ironizza sul destino di Edipo re indossando i panni del tragico messaggero, trastulla il pubblico passeggiando a piedi nudi nel parco e parlando d’amore e sentimenti. La parola parlata e la parola recitata si rispecchiano l’una nell’altra rincorrendosi, acciuffandosi, riperdendosi nuovamente ed acquistando con questo gioco continuamente nuovi significati. Lo spettacolo è incorniciato dalla maestria delle musiche di Armando Trovajoli eseguite dall’orchestra diretta dal maestro Federico Capranica che ne ha curato anche gli arrangiamenti. Nei suoi esilaranti monologhi, tra gite fuori porta a base di ogni ben di Dio e di stornelli seri e faceti, alle disavventure di un matrimonio in una torrida giornata d’agosto, il comico si diverte a caratterizzare gli aspetti più ridicoli e più curiosi di una città e di un intero paese. Ce n’è per tutti, nessuno escluso. In un momento di bilanci, di riflessioni e di speranze per il futuro, Brignano diverte con un’autoironia sottile, con un’ispirazione sempre educata, a volte surreale e mai volgare, con uno spettacolo che ha come unica grande pretesa quella di far trascorrere una serata divertente. E se insieme alle risate ci scappa pure qualche riflessione…tanto di guadagnato!
28/8/2009 ore 0:22
Torna su