Venerdì 14/08/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:15
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: oggi i funerali della povera Michela, la salma è stata vegliata per tutta la notte da parenti e amici
Il carro funebre con a bordo la salma della povera Michela è arrivato nel piazzale della chiesa di sant’Antonio ieri sera sul tardi. Ad attenderlo c’erano decine di persone, famigliari ed amici che erano lì per salutare il ritorno a casa di questa sfortunata ragazza. Poi una lunga veglia nella notte, una “veglia spontanea” come ha voluto definirla don Stefano Mazzoli, il parroco della chiesa di Narni Scalo. E proprio il giovane sacerdote ha voluto ricordare le grandi doti umane e spirituali di Michela Francia, “una ragazza – afferma don Stefano - che non è facile trovare al giorno d’oggi, dove i giovani sono sempre più distratti dal mondo che li circonda e hanno perso il senso di fratellanza e di spiritualità che invece era forte e vivo nell’animo di Michela”. Don Stefano ricorda ancora “L’effetto bellissimo che aveva lasciato nel cuore della nostra povera amica il suo recente pellegrinaggio a Medjugorje. Era tornata da quel viaggio con una forza interiore moltiplicata e il suo sguardo era raggiante quando parlava del luogo visitato e delle emozioni che le aveva trasmesso nel sentirsi così vicina alla Beata Vergine”. Era una ragazza molto buona Michela, per questo il dolore di averla persa è ancora più atroce tra le tantissime persone che la conoscevano. E viene da queste persone, e dallo stesso parroco, la richiesta accorata di “smetterla di mettere in giro le voci più fantasiose riguardo ai motivi che hanno portato alla morte la nostra povera amica”. Ieri mattina a Livorno sul corpo della sventurata ragazza è stata fatta l’autopsia, i cui risultati si conosceranno solo più avanti. “Parlare di meningite o di chissà quali altri accidenti – spiega don Stefano – è ingiusto. Nessuno di noi sa di cosa sia morta Michela; facciamocelo dire dai medici quando sarà il momento. Ora pensiamo ad onorare questa giovane vita che ci ha lasciato ed a rispettare il dolore dei genitori e di quanti le hanno voluto bene”. Intanto ieri mattina, dopo l’autopsia, il corpo di Michela è stato nuovamente trasportato a Porto Ferraio, dove sembra che l’ufficiale sanitario della cittadina abbia voluto effettuare sulla salma una ulteriore ricognizione cadaverica. Stamattina alle 10,30 i funerali.
22/7/2009 ore 6:20
Torna su