Sabato 06/03/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:21
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni Scalo: i carabinieri hanno segnalato alla A.G. un uomo ritenuto il probabile responsabile dell'incendio al gazebo del parco pubblico
Il piromane, che nella note tra giovedė e venerdi della scorsa settimana, aveva dato fuoco ad un gazebo metallico nei pressi dell'ex bocciodromo a Narni Scalo, potrebbe avere un nome. I carabinieri della stazione di Narni Scalo, coordinati dal luogotenente Guglielmo Apuzzo, dopo una serie di riscontri e di approfondite indagini hanno segnalato all'Autoritā Giudiziaria un trentacinquenne residente nella stessa cittā, ritenendo che sia stato lui a mettere in atto il grave gesto criminoso. Il giovane, che in passato ha avuto giā a che fare con la Giustizia per vari reati, č stato interrogato dai militari e sarebbe stato riconosciuto da molti cittadini che quella notte erano stati attratti dal bagliore delle fiamme ed avevano dato l'allarme a vigili del fuoco e carabinieri. L'uomo, tuttavia, non avrebbe ammesso nessuna responsabilitā e quindi gli inquirenti dovranno ulteriormente approfondire la sua posizione. Sui motivi che avrebbero portato l'individuo ad appiccare il fuoco al gazebo, i carabinieri non forniscono ancora delle spiegazioni, sembra perō che il denunciato qualche ora prima che scoppiasse l'incendio, abbia avuto un alterco con alcuni dei frequentatori del Circolo Arci e che per "vendicarsi" di qualche torto subito l'uomo abbia deciso di ritornare nel cuore della notte e fare un "dispetto" alle persone con le quali aveva discusso in precedenza. I carabinieri non confermano tuttavia queste circostanze e non rilasciano dichiarazioni, preferendo aspettare di fare ulteriori indagini prima di giungere a delle conclusioni. Come pure non č facile capire se tra l'episodio di giovedė notte e quello analogo accaduto circa un anno fa, sempre all'interno del parco pubblico, a poche decine di metri di distanza dal gazebo andato a fuoco, possano esserci delle relazioni. In quella occasione venne dato alle fiamme il botteghino utilizzato dai gestori del teatro all'aperto per effettuare la vendita dei biglietti. Non si č mai saputo se anche quello fu un "dispetto" o il risultato di una bravata compiuta da qualche giovinastro in cerca emozioni forti.

25/9/2007 ore 4:33
Torna su