Domenica 29/03/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: continuano i controlli dei carabinieri nei confronti delle giovani rom che girano in cittā
Continuano i controlli dei carabinieri sul versante degli stranieri che transitano ogni giorno sul territorio narnese. In particolare i militari della stazione di Narni Scalo hanno il loro da fare riguardo al fenomeno delle numerose donne straniere che ogni mattina scendono dal treno proveniente da Roma e che poi si disperdono nelle vie della cittā per porre in essere le loro "attivitā". Come chiedere l'elemosina fuori dai supermercati. In altri casi č stato appurato che alcune di queste giovani donne, quasi sempre di etnia rom, stazionano fuori dai supermercati o nei pressi della stazione, in attesa di "clienti". Insomma si prostituiscono senza dare troppo nell'occhio, adescando per lo pių uomini anziani lungo le strade cittadine, sui piazzalidei supermercati o davanti alla stazione. L'esercizio della prostituzione in Italia non viene considerato reato, ma il codice penale scatta quando queste giovani donne vanno oltre il rapporto sessuale consumato, arrivando a derubare il pensionato di turno. E' capitato infatti numerose volte che con la scusa di appartarsi, queste ragazze abbiano poi derubato del portafoglio il loro cliente, il quale poi, non senza un pizzico di vergogna, č stato costretto a recarsi in caserma per denunciare il fatto. Il fenomeno delle rom che si prostituiscono nelle vie di Narni Scalo negli ultimi tempi sembra, ad ogni modo, essere diminuito. Evidentemente i controlli costanti dei carabinieri, culminati anche con degli arresti, hanno dato dei frutti. Rimane, in ogni caso, la presenza ogni giorno di numerose donne rom che fanno su e gių lungo via Tuderte, o si piazzano davanti ai supermercati, chiedendo soldi ai passanti. Una situazione che infastidisce moltissimo i cittadini i quali spesse volte si sono rivolti ai carabinieri per fare presente la situazione. Posto che chiedere l'elemosina non č reato, ai militari non resta altro da fare che controllare queste donne (quasi tutte provenienti da accampamenti rom della capitale), che, tuttavia, vengono trovate quasi sempre in regola.
11/3/2015 ore 2:10
Torna su