Giovedì 24/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:06
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: salta il consiglio e non si approva il bilancio, la minoranza parla già di commissariamento
Salta il Consiglio Comunale per mancanza del numero legale dei consiglieri. Un fatto che accade con preoccupante frequenza a Narni, anche se stavolta gli effetti potrebbero rivelarsi pericolosi, dal momento che ieri era l’ultimo giorno per approvare le variazioni di bilancio e non averlo potuto fare significa che potrebbero aprirsi scenari piuttosto inquietanti. Intanto ci sarà la messa in mora da parte del Prefetto di Terni che intimerà al sindaco di approvare entro pochissimi giorni il bilancio. Se il Comune non rispetterà l’ordine del massimo esponente di Governo, lo stesso Prefetto dichiarerebbe sciolto il consiglio comunale, mandando a casa il sindaco e nominando un commissario. Scenari “apocalittici” che lo stesso Marco Mercuri, presidente del Consiglio Comunale, smonta però sin da subito. “Riceveremo – è vero – l’ammonizione dal Prefetto, ma abbiamo già fissato la data per la prossima seduta del consiglio (stasera alle 21,00 n.d.r.) nella quale si spera che tutto fili liscio”. Per Mercuri, insomma, quello di ieri è stato “un incidente di percorso” e nulla di più.
Dalla minoranza si grida allo scandalo e si paventa con grande timore il rischio che possa davvero arrivare il Commissario prefettizio. Per Bruschini (Pdl) "l'atteggiamento di numerosi consiglieri di maggioranza è vergognoso" e ritiene che "questi comportamenti reiterati da parte di consiglieri che da mesi disertano le sedute, è da interpretarsi come un segnale di malcontento politico che si registra all'interno della maggioranza".
1/10/2010 ore 0:03
Torna su