Sabato 24/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:48
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Rubini (Pd) e Santirosi (Sel) propongono di applicare sgravi fiscali a chi toglie le slot machine dai locali pubblici
“Sgravi fiscali per chi toglie le slot machines nei locali pubblici. Limitazioni all'orario di attivazione e anche al numero delle stesse apparecchiature, oltre alla fissazione di distanze dai luoghi sensibili come scuole e parchi giochi”. E' questo il dispositivo della mozione consiliare presentata nei giorni scorsi da Daniele Santirosi (Sel) e Giovanni Rubini (Pd) e approvata all'unanimità. Il fine di questa presa di posizione che segue quella di tante altre amministrazioni locali è quella di combattere le ludopatie, limitare l'offerta di gioco nei locali pubblici e tutelare le fasce più deboli della popolazione. Un percorso che i due politici narnesi hanno intrapreso proprio quando la Regione Umbria stava pensando ad una legge sul gioco che è stata approvata di recente. “Aggiorneremo il testo approvato - spiegano Rubini e Santirosi - visto che la mozione è di qualche mese fa". L'amministrazione analizzerà il fenomeno a livello locale, poi farà il punto per capire come agire. Tuttavia il gioco è già legiferato e controllato dallo Stato e il Governo Renzi si sta impegnando su due fronti per aggiustare il tiro di un'offerta ormai incontenibile di apparecchi da gioco. Le slot in Italia sono circa 400mila e le videolotterie sono circa 60mila, numeri altissimi rispetto all'Europa. Nella legge di stabilità verranno alzate le tasse sulle slot e con la delega fiscale il settore del gioco verrà riordinato e tutte le leggi locali dovrebbero scomparire per rispondere a quella nazionale. Vedremo, a livello locale, come ilcomune intenderà muoversi per affrointare il problema.
18/1/2015 ore 1:30
Torna su