Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:55
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: più sicurezza nelle notti della festa, l'ordinanza che vieta la vendita di alcolici nelle osterie dovrebbe essere estesa anche ai negozi
Bandiere rubate, vasi di fiori fatti cadere "per gioco" da balconi e davanzali, un casco rubato da uno scooter parcheggiato in via Saffi. E siamo solo all'inizio della festa. Le zone prese di mira da quelli che qualcuno vorrebbe far passare per "buontemponi" sono prevalentemente quelle circoscritte all'interno del terziere Fraporta, ma qualche episodio è accaduto anche a Mezule. Dall'Ente Corsa viene fatto un richiamo generale, rivolto "al buon senso di tutti", affinché con la scusa di fare degli scherzi non si arrivi ad ottenere l'effetto contrario che sarebbe poi quello di creare danni alla festa. Intanto è stata rinnovata anche quest'anno l'ordinanza comunale che vieta al personale che lavora all'interno delle osterie di servire bevande alcoliche e di utilizzare bicchieri di vetro. Un deterrente che non basta a scoraggiare chi si avventura di notte per le strade del centro storico con la chiara intenzione di alzare il gomito, poiché è sufficiente entrare in un qualunque esercizio pubblico per acquistare liberamente bottiglie di vini, liquori e birra, sostanze che vengono poi consumate in prossimità di forni e osterie. Per fare una cosa fatta bene ci vorrebbe che l'ordinanza venisse estesa agli esercizi ai quali si dovrebbe vietare la vendita di determinate bevande, se non consumate sul posto.



30/4/2007 ore 11:18
Torna su