Lunedì 24/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 11:56
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: pericolo sassi alla "curva dell'edera" sulla Flaminia, la colpa e dei mezzi pesanti che "grattano" di continuo quel che resta del muro laterale
Una curva pericolosa, dove gli incidenti sono quasi all’ordine del giorno. I narnesi la conoscono come “curva dell’edera”, un appellativo che le è stato dato una cinquantina di anni fa, quando proprio lì venne costruita una casa le cui mura esterne vennero ben presto ricoperte da questo tipo di vegetazione. La curva in questione si trova lungo la ex statale Flaminia nella zona di Berardozzo, poco lontano da San Girolamo ed in tanti anni è stata teatro di incidenti spesse volte anche gravi. Qualche sera fa si è verificato l’ennesimo sinistro che ha visto coinvolti due ragazzi che con i loro scooter si stavano dirigendo verso Narni. Ad un certo punto uno dei due ha colpito con la ruota anteriore alcune pietre presenti sulla carreggiata ed è finito a terra, l’amico che lo seguiva è rotolato anche lui sull’asfalto. Qualche escoriazione, un po’ di paura, danni per qualche centinaio di euro ai due ciclomotori, poi i due si sono rimessi in sella e sono corsi a farsi medicare. “Non è una novità che in quella curva accadano degli incidenti e che spesso siano le pietre presenti sull’asfalto a provocarli – spiega Luigino Proietti che abita li vicino -. La curva è strettissima e quando si incorcia un mezzo pesante il rischio di incidenti aumenta pericolosamente. Le pietre si staccano di continuo da quello che una volta era il muretto che cingeva il lato destro della carreggiata, perché i mezzi pesanti per affrontare meglio la curva tendono a stringere verso l’interno, ‘grattando’ di continuo il muretto dal quale vengono via i pezzi di pietra che vanno a finire sull’asfalto. Purtroppo la manutenzione su questo tratto di strada non viene fatto come si deve e dunque il problema delle pietre non è mai stato affrontato. Basterebbe rifare il muretto e magari allargare un po’ la strada per eliminare i pericoli”. Dall’ufficio viabilità della Provincia di Terni il dirigenti Giovanni Medori spiega che: “dalla prossima settimana la Flaminia tornerà sotto la giurisdizione dell’Anas e quindi spetterà a questo ente risolvere il problema della curva in questione”.
28/7/2006 ore 5:12
Torna su