Martedì 17/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: panchine davanti a Palazzo Sacripanti per dissuadere gli automobilisti a parcheggiare, ma presto il divieto di sosta potrebbe essere abolito
Prende sempre più corpo il progetto di ripristinare il parcheggio in piazza Galeotto Marzio. Una scelta quasi obbligata questa per il Comune che da quando ha istituito il divieto di sosta permanente non è passato giorno che decine di cittadini non abbiano infranto le regole e parcheggiato ugualmente le loro automobili agli angoli della piazza. L'arrivo dell'università, poi, ha accentuato il problema e dato la stura ad ulteriori polemiche. I docenti si sono subito lamentati perché pretendevano dei posti riservati dove poter parcheggiare: "arriviamo all'ultimo minuto dal polo universitario di Maratta dove abbiamo tenuto delle lezioni e non possiamo perdere tempo per andare in giro in cerca di parcheggi". Ma questa giustificazione non era piaciuta ai residenti verso i quali il Comune fino a quel giorno aveva alzato la voce ed affermando che la piazza doveva rimanere libera. Da qualche giorno, per evitare che almeno la facciata di palazzo Sacripanti non venisse deturpata dalla presenza di auto in sosta, il Comune ha fatto installare delle panchine di ferro e legno che hanno la doppia funzione di dissuadere la gente a parcheggiare male e di far sedere gli studenti nei momenti di pausa. Il sogno di vedere la piazza libera dalle macchine però rimarrà tale. Si parla di ripristinare il parcheggio a spina di pesce al centro della piazza, per accontentare tutti coloro che non hanno mai voluto accettare il divieto di sosta permanente.
23/11/2006 ore 11:24
Torna su