Martedì 22/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: oltraggio ambientale a Funaria, abbandonati nella notte 11 frigoriferi, scattano le indagini della Forestale
Oltraggio ambientale a Funaria. Ieri notte ignoti hanno abbandonato ben 11 frigoriferi ad uso domestico lungo la pittoresca strada che costeggia il fiume Nera. Gente che era andata a fare footing in mattinata ha notato quell'ammasso di rifiuti ed ha avvertito la polizia municipale. Immediatamente sul posto è stata inviata una pattuglia che ha provveduto ad effettuare i rilevamenti del caso. Gli agenti hanno scattato foto da tutte le angolazioni ai frigoriferi abbandonati e raccolto una miniziosa serie di indizi attraverso i quali, si spera, si arrivi ad individuare la provenienza di rifiuti. "E' stato redatto un verbale - spiega l'assessore all'Ambiente, Alfonso Morelli -, con il quale sono state avviate le indagini. Provvederemo presto a ripulire l'area ed a portare i frigoriferi presso la piattaforma ecologica di Maratta. Nel frattempo la polizia municipale passerà la pratica al Corpo Forestale dello Stato che da parte sua aprirà un fascicolo che prevede un iter di carattere penale, in quanto si configura il reato di abbandono di rifiuti pericolosi". Nella stessa mattinata le Guardie Ambientali sono state inviate in un quartiere di Narni dove erano stati rinvenuti diversi sacchetti di rifiuti urbani abbandonati. Le guardie sarebbero riuscite a rintracciare i responsabili del gesto ai quali è stata comminata la sanzione secondo quanto previsto dal regolamento comunale, per il "Mancato rispetto delle modalità di conferimento". "Sono gesti di alta inciviltà - commenta l'assessore Morelli -, che purtroppo avvengono ancora con una frequenza alta. E' incomprensibile come si possa compiere un gesto così grave le cui conseguenze sono anche a danno di chi le compie oltre che alla collettività sia in termini ambientali che economici. E' ora che i cittadini capiscano che da adesso in avanti chi sbaglia paga. E le multe sono abbastanza salate in quanto vanno da un minimo di 25 fino ad un massimo di 150 euro".
18/12/2014 ore 2:11
Torna su