Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:15
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: l'Ufficio di Cittadinanza verrà privatizzato? La Uil Fpl si oppone a questa ipotesi
La Uil Fpl condanna l’uso delle esternalizzazioni e punta l’indice contro il Comune di Narni, dove – secondo il sindacato – “diversi impiegati comunali non sono per niente ‘comunali’, pur lavorando negli uffici del municipio”. Per la Uil, “Il Comune di Narni, invece di sviluppare negli anni un’adeguata politica degli organici, ha preferito esternalizzare parte dei servizi, utilizzando il personale dell’Asit. Per questo motivo lavorano, fianco a fianco, professionalità sovrapponibili con contratti e stipendi diversi. Anche nei confronti dei cittadini obblighi e responsabilità sono assai diverse, con costi in qualche caso addirittura maggiori per l’ente locale”. “Insomma – afferma Gino Venturi, segretario provinciale Uil –Fpl – è un bel pasticcio a cui si dovrebbe mettere finalmente rimedio. Cosa che il Comune non pare abbia intenzione di fare dal momento che proprio in questi giorni l’Ente starebbe decidendo di esternalizzare anche l’Ufficio di Cittadinanza dell'Ambito Territoriale n.11, Narnese Amerino che comprende i Comuni di Narni, Amelia, Alviano, Attigliano, Avigliano, Calvi, Giove, Guardea, Lugnano, Montecastrilli, Otricoli e Penna. Il servizio, finanziato dalla Regione, interviene su un campo delicatissimo che attiene il campo delle prestazioni assistenziali, per questa ragione siamo dell’idea che esso deve rimanere ‘pubblico’ e non affidato a soggetti privati”. La Uil Fpl ha già chiesto al Comune un incontro urgentissimo e si è detta pronta “a mettersi di traverso rispetto” se venissero confermate delle soluzioni, anche temporanee, pasticciate e destinate a rovinare un servizio che invece ora funziona bene ed è apprezzato dai cittadini.



24/3/2011 ore 0:21
Torna su