Venerdì 23/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:26
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: l'Udc se la prende con Pdl e Sel riguardo alla polemica tra la Brambilla e le feste storiche umbre
Contro la decisione del ministro Brambilla di escludere dal brand "Patrimonio Italia", importanti feste storiche umbre, tra le quali la corsa all'anello di Narni, scende in campo anche l'Udc. In un comunicato firmato dal coordinamento comunale narnese del partito di Casini, viene stigmatizzato senza mezzi termini il comportamento della Brambilla. "Risulta quanto meno singolare - scrive l'Udc - che il ministro per il Turismo per convinzioni personali escluda, di fatto, tutte le tradizionali feste che utilizzano animali; feste alle quali – come nel caso della Corsa all’Anello – non ha mai partecipato e non conosce. Spiace rilevare, anche in questo caso, il totale appiattimento del PdL narnese alle decisioni del governo. Appare stucchevole ed inutile la tiratina d’orecchie alla Brambilla di fronte al grave danno inferto alla città. Non può non destare sospetto, inoltre, la totale assenza – forse per vicinanza ‘ideologica’ con il ministro - dal dibattito del locale circolo di Sel che, proprio negli ultimi giorni, aveva spronato il Comune ad una 'svolta etica' contro l’uso degli animali al circo. E’ in questi momenti che le forze politiche dovrebbero dimostrare la loro maturità, fare un fronte unico e compatto a difesa degli interessi del territorio. "Sono apprezzabili - conclude la nota dell'Udc narnese - gli sforzi organizzativi dell’amministrazione comunale che, negli ultimi anni, è riuscita ad ampliare l’offerta di eventi culturali, artistici e di manifestazioni nel corso dell’anno pur in mancanza di un piano complessivo di marketing territoriale capace di promuovere l’immagine della città in ambito nazionale ed internazionale e di attrarre turismo esogeno".
3/8/2011 ore 13:40
Torna su