Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:17
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: l'associazione "Librarsi" impegnata in una campagna di sensibilizzazione a favore della lettura di libri
"Librarsi", semicircolo ambulante di lettori, ha dato vita da alcuni giorni ad un’originale iniziativa rivolta a tutti coloro che aspettano e magari si annoiano. Esordiscono così: "Avete presente l’esplodere di un’epidemia di desiderio?Questo vuol essere il”Morbo di Gutenberg”: far esplodere il desiderio di leggere.E chi meglio, come portatori sani, se non persone che amano leggere, che parlano dei libri che suscitano emozioni, sensazioni, voglia di sfogliare le pagine? E dove farla esplodere la nostra epidemia? Nei luoghi dove normalmente si attende, ci si annoia, si aspetta il proprio turno. Consigli di lettura da prendere, leggere, considerare e fatti per pensare.Un filo di Arianna ai cui capi vi sono lettori che passano consigli ad altri lettori.Poi ognuno può scegliere: riporre il foglio ben piegato nella borsa, andare in libreria o chiedere ad un amico se ha quel libro di cui un tizio gli ha parlato oppure decidere anche lui di scrivere consigli di lettura. Così semplicemente l’epidemia si diffonde....... Il morbo di Gutenberg è la malattia di cui soffrono i soci e gli amici di Librarsi: sintomo fondamentale l’ amore per i libri. Questi piccolissimi consigli di lettura vogliono essere dei virus, dei sani batteri per contagiare il massimo numero di persone. ....... I soci di Librarsi hanno posizionato nelle sale di attesa di alcuni studi medici della città delle piccole bacheche che contengono i “Consigli di lettura”, brevi schede di libri fatte per incuriosire e invogliare alla lettura. Attualmente sono disponibile “Ecco la storia” di Daniel Pennac, “Economia all’idrogeno” di Jeremy Rifkin, “Ossi di seppia” di Eugenio Montale, “E’ Oriente” di Paolo Rumiz. Non resta che cercarli, leggerli e scoprire che la lettura è una passione condivisa da molti e che c’è un “semircicolo” aperto a tutti con tanto di sito internet: www.dialettonarnese.supereva.it.
9/4/2004 ore 8:55
Torna su