Venerdì 06/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: lampioni accesi da cinque giorni in alcune vie della città ma in Comune nessuno se ne accorge
Sono accesi da cinque giorni ma nessuno, a parte i cittadini, pare accorgersene. Circa 25 lampioni del centro storico sono rimasti accesi, giorno e notte, da giovedi scorso senza che il Comune abbia mosso un dito per ordinare di spegnerli. Piazza Alberti, via Mazzini, via della Mora, piazza XIII Giugno, piazza Galeotto Marzio ed un tratto di via Marcellina: queste le zone interessate dal disservizio. Di contro in piazza XIII Giugno le famiglie che vi abitano chiedono inutilmente da una ventina di giorni che venga sostituita la lampada di uno dei lampioni che ha smesso di funzionare lasciando al buio metà della piazzetta. Un modo sciatto di gestire il servizio della pubblica illuminazione da parte dell’amministrazione comunale che ha istituito addirittura un numero verde per la segnalazione dei guasti o dei disservizi. Il problema del lampione spento è stato segnalato più volte da numerosi cittadini senza però che gli addetti comunali si siano presi la briga di andare sul posto a sostituire la lampada. Riguardo ai 25 lampioni che da giovedì scorso sono rimasti accesi il discorso è ancora più grave perché in questo caso entra in ballo lo sperpero di denaro pubblico che riguarda l’intera collettività. In casi del genere non dovrebbe essere necessario che a segnalare il problema siano i cittadini, perché si presuppone che gli addetti al servizio della pubblica illuminazione debbano tenere quotidianamente sotto controllo tutte le zone della città, in modo particolare quelle del centro storico. Ma così pare non sia, visto che quando abbiamo chiesto “lumi” all’ufficio dei Lavori Pubblici sono tutti caduti dalle nuvole dichiarando di non essere assolutamente al corrente del problema. “Forse si tratta di un guasto dovuto ai lavori che durante la scorsa settimana l’Enel ha fatto in via Marcellina ed in piazza Galeotto Marzio – è stata la spiegazione – ora verificheremo e faremo in modo che tutto torni alla normalità”. Già, ma intanto per cinque giorni 25 lampioni sono rimasti accesi provocando una spesa in energia elettrica, dal momento che pur trattandosi di lampade a basso consumo energetico sono sempre più di un migliaio di watt che vengono assorbite di continuo, ed un consumo delle lampade stesse. Queste, infatti, hanno una vita ben determinata, una sorta di “monte ore”, ed è chiaro che lasciandole accese per cinque giorni di seguito si deteriorano e durano molto di meno. La gente è indignata ed i commenti di chi anche ieri ha trovato accesi i lampioni sono stati pesantissimi. Intanto alle 18,30 di ieri pomeriggio i lampioni erano ancora accesi. Vedremo stamattina se qualcuno avrà deciso di intervenire e porre fine allo spreco.
11/10/2005 ore 7:35
Torna su