Mercoledì 21/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:59
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: la strada di Funaria sempre più "pattumiera" della città, rifiuti speciali abbandonati ovunque
Il degrado continua ad essere di casa a Funaria. Questa strada è diventata ormai da anni la "pattumiera" della città. Tra l'indifferenza di chi dovrebbe controllare e l'inciviltà di coloro (sempre di più) che per disfarsi dei rifiuti hanno scelto questo angolo del territorio, che ben si presta a "nascondersi", di notte, ma anche di giorno. Nel corso degli anni ci siamo occupati spesso di Funaria, raccogliendo le decine di segnalazioni che ci sono giunte dai nostri lettori. Abbiamo pubblicato foto e raccolto gli sfoghi di quei tanti cittadini che lungo questa bellissima strada vanno a fare delle passeggiate. Ma abbiamo anche scritto di provvedimenti che il Comune aveva in qualche modo annunciato, ma che non sono stati posti in essere, come quelli riguardanti dei controlli più assidui, della zona attraverso l'impiego di guardie ambientali. A giudicare da come stanno andando le cose, sembra proprio che Strada di Funaria sia terra di nessuno. La foto che ci ha inviato un lettore che non nasconde la propria indignazione, e che pubblichiamo qui accanto, è solo uno "scorcio" di quel che c'è a Funaria. Qui vediamo dei bidoni pieni di chissà quali sostanze ed un materasso,, ma in altri punti ci sono mucchi di materiali inerti e sacchi pieni di non si sa che cosa. Poi le solite carcasse di televisori, gomme, batterie ed altro ancora. La gente si chiede: ma i paletti che erano stati montati all'imbocco della strada, sia all'altezza del Molino Eroli, che in prossimità dell'area dove tanti anni fa sorgeva una stazione di servizio, che fine hanno fatto? Quando c'erano nessuno poteva transitare con le macchine e dunque era impossibile scaricare i rifiuti. Anche se a ben vedere, la distanza tra un paletto ed un altro era stata misurata male e c'era chi riusciva ad intrufolarsi comunque, con piccoli motocarri, carichi di rifiuti. L'utilità di quella strada, da un punto di vista automobilistico, è molto marginale ed il suo utilizzo si rivela necessario solo in caso di emergenze; come è accaduto in passato quando venne usata come "bretella" in alternativa alla statale sovrastante, chiusa per lavori. Quindi non ci sarebbero problemi nel chiuderla di nuovo al traffico. Si potrebbero rimontare dei paletti, bloccati da una chiusura e rimovibili in caso di emergenza. Che ne pensa l'assessore all'Ambiente?
31/3/2015 ore 2:15
Torna su