Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: in arrivo importanti novità per il recupero della chiesa di Sant'Agostino, con nuovi laboratori artigiani e spazi per manifestazioni culturali
Dentro è ancora tutto un groviglio di piante ed erbacce. Il chiostro ne è quasi soffocato e quelle che tempo addietro erano delle pianticelle oggi sono diventate dei veri e propri alberi di piccolo fusto. La chiesa di Sant’Agostino, dunque, versa ancora nel degrado. I problemi riguardano la parte dell’immobile che un tempo ospitava il convento, perché gli interni della chiesa, ristrutturati di recente, sono per fortuna in perfette condizioni. E’ mancata sino ad oggi la manutenzione, perché nessuno, né la Curia proprietaria della struttura né il Comune, ha fatto qualcosa per tenere in ordine il chiostro e gli altri locali che si affacciano su di esso. La mancanza di finestre ha fatto si che pioggia e vento producessero dei danni all’interno delle stanze del piano rialzato vanificando i lavori di restauro durati alcuni anni. Le “sofferenze” di questo importante monumento sembra tuttavia che stiano per finire. “Il Comune - si legge sull’ultimo numero del periodico dell’ente ‘Cronache Comunali’- nell’ambito di un articolato intervento di valorizzazione del tessuto viario antico, per migliorare la fruibilità e godibilità del centro storico, ha previsto il recupero del complesso di Sant’Agostino unitamente a quello del palazzo dei Priori. Si tratta di una serie di opere che passano dalla valorizzazione ed il restauro del tratto di mura della città, dal piazzale dsel Suffragio sino alla Porta del Vodano, con la realizzazione di giardini e percorsi pedonali di connessione fra la zona di attestazione del Suffragio, il chiostro di Sant’Agostino ed il centro antico”. Ma gli interventi del Comune riguarderanno anche il recupero dell’ala del refettorio, qui l’amministrazione intende realizzarvi degli spazi ove organizzare manifestazioni culturali, spettacoli, cinema e musica, oltre a consentirvi l’apertura di laboratori artigianali. Presso il chiostro e nei locali attigui il progetto prevede invece la realizzazione di laboratori artigianali con master e corsi di specializzazione per gli studenti degli istituti artistici.
24/5/2005 ore 4:18
Torna su