Venerdì 23/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:30
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Pd analizza il voto e si dice pronto "a proseguire il percorso di rinnovamento iniziato da Bersani"
Riceviamo e pubblichiamo, un intervento fatto dal Partito Democratico di Narni. "Le recenti elezioni politiche - è scritto nel comunicato - saranno sicuramente ricordate per lo scardinamento del sistema politico italiano. Un sistema che aveva assunto negli ultimi anni un quadro di tipo bipolare centrodestra-centrosinistra, pur con la grande anomalia di un centrodestra fondato su un partito-persona. Il voto ci consegna, invece, uno schema a tre gambe, Pd-Sel, 5 Stelle, Pdl-Lega, che sommati superano l’80% dei consensi. Una situazione in partenza, giacché i tre schieramenti si sono presentati in alternativa e in forte contrasto tra di loro, d'ingovernabilità visto che il vincitore numerico, il centrosinistra, non ha la maggioranza dei seggi al Senato per governare. Il Pd narnese - continua la nota -, in questa fase così complessa per il Paese, vuole dare il suo contributo auspicando la prosecuzione di quel percorso di rinnovamento che Pierluigi Bersani ha iniziato, ma che, come forse il voto ha fatto emergere e ha ammesso lo stesso segretario, deve trovare un’attuazione programmatica chiara e diretta: riduzione dei parlamentari, superamento del bicameralismo perfetto, drastica riduzione dei compensi ai parlamentari, ai manager e dirigenti pubblici, legge sul conflitto d’interessi, abolizione delle province, ma anche politiche di maggiore equità, di rilancio della crescita partendo dalla scuola, la formazione, la ricerca e l’università, il lavoro, l’Europa. Su molti di questi temi è possibile trovare una convergenza in Parlamento se il Movimento 5 Stelle deciderà di assumersi le responsabilità che gli elettori gli hanno affidato e se il Pd sarà in grado di guidare questa fase di riforme radicali. Altre strade non le vediamo. Altre convergenze ci sembrano né possibili né attuabili. Abbiamo la consapevolezza e la forza - dicono dal Pd - di sostenere con chiarezza queste tesi perché sono coerenti con quanto il Pd narnese ha sostenuto in questi anni e forse è anche per questo che il risultato ottenuto a Narni, 39% al Senato e 37 % alla Camera (4.462 voti, circa 1100 in più del maggio scorso e oltre 500 in più delle precedenti regionali), è tra i migliori in assoluto in Umbria e il migliore tra i Comun i al di sopra dei ventimila abitanti. Ora ci aspettiamo che - conclude il comunicato - anche in Umbria si faccia una lettura attenta che spinga il Pd, nella fase congressuale che si aprirà e nelle scelte da compiere nel governo regionale, a valorizzare la qualità che alcuni territori sanno esprimere in termini d’idee, di rappresentanza, d’innovazione e metterle al servizio della comunità regionale e del Paese".
28/2/2013 ore 18:01
Torna su