Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:35
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune transenna via Cairoli a causa dei violenti nubifragi che hanno aperto delle voragini lungo le scalette
I violenti nubifragi abbatuttisi sulla città nella mattinata di ieri hanno causato danni in varie strade del comprensiorio. In via Benedetto Cairoli, una strada del centro storico che collega piazza dei Priori con via Gattamelata, la grande quantità di acqua ha finito per danneggiare le scalette le cui condizioni erano da anni precarie. C’erano delle buche che al passaggio dei grandi ruscelli d’acqua formatisi nel corso dei violenti temporali delle ultime ore hanno ceduto diventando delle pericolose voragini. Il servizio viabilità del Comune appena informato della situazione ha provveduto a transennare un’ampio tratto della via suscitando in ogni caso le vivaci proteste delle famiglie che vi abitano. “Sono quattro anni che chiediamo al Comune di rimettere a posto le scalette – ha detto indignatissima una signora che abita in via Cairoli – ma i nostri appelli sono rimasti sempre inascoltati. Le buche che si sono aperte in vari punti sono state otturate con del bitume che è durato lo spazio di qualche settimana. C’è gente che si è slogata le caviglie per passare lungo queste scalette. Ora ci mancava tutta questa pioggia a peggiorare la situazione. Hanno transennato la strada, ma quanto tempo intendono lasciarci in queste condizioni ancora più disagiate?”. La risposta la fornisce direttamente l’assessore ai Lavori Pubblici Enzo Proietti Grilli. “La sistemazione di via Cairoli – spiega – fa parte dei progetti di recupero di alcune zone del centro storico inseriti nei ‘Puc’, quindi entro l’anno, una volta espletato l’iter, i lavori per ristrutturare la via potranno partire. I danni prodotti dal nubifragio cercheremo di risolverli facendo un lavoro provvisorio e quindi richiudendo le grosse buche che si sono aperte, in modo tale che i cittadini possano camminare senza correre dei rischi lungo le scalette”.
4/8/2005 ore 4:30
Torna su