Mercoledì 01/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:30
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il comune aderisce al progetto nazionale "Home Care Premium" dell'Inps
Il Comune di Narni, capofila della zona sociale n.11, ha aderito al progetto nazionale Home Care Premium dell'Inps. Il progetto è rivolto ai dipendenti e pensionati pubblici gestione ex inpdap, per il finanziamento di progetti di assistenza domiciliare rivolta a persone (anziani, adulti, minori) non autosufficienti. Ma anche a persone che assistono in casa familiari di primo grado in condizione di disabilità. "Varie - spiega l'assessore ai Servizi Sociali Piera Piantoni -, sono le misure assistenziali previste dal bando. Quella prevalente è la possibilità di accedere ad un trattamento economico integrativo per sostenere l'onere di un assistente familiare per compiti di assistenza e cura del disabile. E' opportuno sottolineare che la permanenza con i propri cari, in ambiente familiare è riconosciuto come la forma privilegiata di intervento ed è un approccio olistico con il malato che, sicuramente, è favorevole al benessere psico/fisico dello stesso che può continuare a mantenere rapporti significativi per la propria vita, ma è, allo stesso tempo, la migliore strada percorribile per le istituzioni che, a fronte di tagli economici diffusi, ottimizza le proprie risorse economiche limitando inserimenti in strutture sicuramente più costosi e disumanizzanti. Attualmente - continua Piera Piantoni - il progetto sta avendo un buon successo grazie al team degli operatori dei servizi sociali che hanno lavorato con tenacia e competenza professionale, requisiti che hanno permesso di ottenere risultati perfettamente in linea con i bisogni rilevati nel territorio della zona sociale e con le richieste. Ad oggi le domande pervenute sono più di 110 al di sopra, dunque, delle 80 ammesse dall'Inps come obiettvo della progettazione ed è iniziata la fase di validazione che, in linea con quanto sopra indicato, sicuramente non avrà problemi di conferma.
Il progetto a seguire prevede un'attenta vigilanza nella presentazione dei Piani di assistenza individuali, Pai, del loro monitoraggio in itinere e la gestione della rendicontazione. Non nascondo la mia soddisfazione - conclude l'assessore Piantoni - considerato che, in un momento di contrazione di risorse a fronte di aumento di richieste, tali opportunità permetteranno di mantenere una protezione sociale di qualità come è nella consuetudine di questo Ente, adeguata alla crescita della domanda. Auguro dunque alla Dirigente e allo staff degli operatori impegnati di proseguire con successo questo progetto che integra quelli già in essere nel nostro territorio".
22/3/2015 ore 6:35
Torna su