Mercoledì 21/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:57
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: ignoti buontemponi disegnano strisce zebrate e linee tratteggiate sul percorso della giostra al campo dei giochi
Una goliardata. Che ha creato qualche imbarazzo agli addetti ai lavori, ma anche tanta ilarità. Al campo dei giochi i responsabili del settore tecnico della corsa all'anello lunedi pomeriggio avevano provveduto a tracciare il percorso ellittico sul quale verrà disputata la giostra del 13 maggio ed a montare gli stalli. Fin qui tutto come da copione e sulla scorta di quanto normalmente avviene ogni anno nello stesso periodo, ma ieri mattina quando gli stessi responsabili sono tornati al "San Girolamo" per fare altri lavori, si sono accorti che c'era qualcosa di "strano" perchè all'interno del percorso qualcuno, forse nottetempo, aveva fatto delle "aggiunte", disegnando una linea tratteggiata in prossimità delle curve e addirittura delle strisce "zebrate" messe lì dagli autori dello scherzo come a voler indicare un improbabile attraversamento pedonale su quella ipotetica "strada". I responsabili della segreteria tecnica hanno preso bene lo scherzo: "forse chi ha tracciato quelle righe voleva proporre delle novità al regolamento della corsa all'anello - ha detto Filippo Miliacca uno dei responsabili - suggerendo magari la possibilità di creare corsie di sorpasso per improbabili corse a più cavalieri e degli attraversamenti 'sicuri' per gli addetti al campo. Per fortuna - ha aggiunto Miliacca - che nei punti dove sono state dipinte queste strisce sin da domattina (oggi n.d.r.) dovranno essere fatti dei lavori per mettere in sicurezza il percorso, altrimenti avremmo dovuto cancellare l'intero tracciato e ridisegnarlo daccapo, non senza dei problemi perchè la vernice bianca non si elimina facilmente dal manto erboso". Oggi, infatti, i tecnici di una ditta specializzata di Ascoli Piceno, apriranno delle grosse "asole" sul terreno del "San Girolamo", all'altezza delle curve del tracciato, ovvero in quei punti ritenuti pericolosi per la sicurezza dei cavalieri e degli stessi cavalli. Nei punti critici verrà riportata della terra che permetterà di rendere più consistente e quindi maggiormente sicuro il percorso.
2/5/2007 ore 5:13
Torna su