Sabato 26/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni: i carabinieri ritrovano un quadro rubato al Vescovado nel 2001 e lo riconsegnano alla città
Era stato rubato a giugno del 2001, presso la biblioteca diocesana di Narni e ieri, con una cerimonia ufficiale, è stato riconsegnato al vescovo. Si tratta di un quadro risalente al XVIII secolo, un dipinto su olio raffigurante il ritratto a mezzobusto di “Monsignor Antonio David”, vescovo di Narni. Le indagini subito avviate dai carabinieri di Narni, poi continuate dal Nucleo carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Firenze, hanno permesso, dopo ben tredici anni, di ritrovare l’opera e riconsegnarla ai legittimi proprietari, ovvero la diocesi di Terni, Narni e Amelia. Il ritrovamento è stato possibile grazie ad una segnalazione pervenuta al reparto specializzato dell’Arma fiorentino, che ha competenza anche sulla regione Umbria per tutto ciò che riguarda le opere d’arte rubate. E’ stato uno studioso di Terni a notare il quadro, che era stato messo in vendita, presso una sala d’aste di Roma. Gli accertamenti eseguiti dai militari hanno permesso di localizzare l’opera che nel frattempo era stata acquistata da un privato, che l’ha subito consegnata agli inquirenti. Il dipinto, stando a quanto riferito dai carabinieri, in questi anni avrebbe subito dei restauri, fatti evidentemente da coloro che lo avevano smerciato, sia per “conservarlo” che per renderlo meno riconoscibile. La casa d’aste risulterebbe estranea ai movimenti illeciti subiti dall’opera d’arte. I carabinieri hanno però denunciato colui che è stato trovato in possesso del quadro, in quanto non sarebbe stato in grado di fornire adeguate giustificazioni riguardanti la provenienza dell’opera. Alla cerimonia per la riconsegna erano presenti il vescovo Giuseppe Piemontese, un funzionario della Svovrintendenza, il tenente colonnello del comando provinciale di Terni Mariano Celi, il capitano Michele Basilio, il maresciallo Luca De Rosa e altri militari del nucleo Tutela e Patrimonio Culturale di Firenze. Nel corso degli interventi è stato anche ricordato che oltre al quadro nel giugno del 2001dalla biblioteca diocesana, situata all'interno del Vescovado di Narni, vennero anche rubati circa 1.400 libri dei quali si sono perse le tracce.
28/10/2014 ore 1:35
Torna su