Sabato 26/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni: i carabinieri arrestano un 28enne accusato di omicidio e rapina aggravata, lo ricercavano le polizie di tutta Europa
Lo tenevano d’occhio da qualche tempo, pur non immaginando che su di lui pendesse addirittura un mandato di cattura internazionale. L’uomo, un ucraino di 28 anni domiciliato a Roma, era solito frequentare alcuni conoscenti che vivono nella periferia di Narni ed il fatto che fosse uno straniero "sospetto" aveva attirato tempo addietro l’attenzione dei carabinieri della stazione di Narni centro. Solo due giorni fa sul tavolo del comandante Tito Saveri è arrivato un documento sul quale erano riportati i connotati dell’uomo che risultava ricercato dal lontano 2005 per una rapina finita con un omicidio, che era stata commessa in una cittadina dell’Ucraina. I carabinieri si sono subito attivati, dando inizio ad appostamenti per verificare la presenza dello straniero sul territorio. Ed è bastato poco perchè il “pesce” cadesse nella rete. Il 28enne, seguendo delle abitudini ormai consolidate si è di nuovo fatto vedere in zona ma stavolta ha trovato i militari ad attenderlo. Gli sono stati chiesti i documenti e l’uomo, che si sentiva probabilmente tranquillo e immaginava di non avere più niente da temere rispetto all’omicidio compiuto cinque anni prima, non ha fatto mistero nel declinare le proprie generalità. L’arresto è scattato immediatamente, con tanto di manette ai polsi del cittadino ucraino che è stato dapprima accompagnato nella caserma di via Portecchia e poi tradotto in carcere a Sabbione. Sul capo del giovane straniero pendeva un provvedimento di custodia cautelare emesso dalla Corte di Appello di Perugia lo scorso 7 dicembre, su richiesta formulata dal Ministero della Giustizia a cui il governo della Repubblica Ucraina aveva inoltrato istanza di estradizione in quanto colpito da un mandato di cattura emesso nel 2005 dal tribunale di Lustsk (Ucraina) per i reati di omicidio volontario e rapina aggravata. L'arrestato infatti, a seguito delle indagini svolte dalle autorità ucraine, è risultato autore di una rapina e dell’omicidio di un suo connazionale avvenuto nel mese di maggio del 2005 nella stessa città ucraina, dalla quale l’uomo, all’epoca appena 23enne, si era subito dato alla fuga. I carabinieri hanno appurato che lo straniero per campare faceva saltuariamente il giardiniere.
In un’altra operazione i carabinieri di Narni Scalo hanno intercettato nei pressi di alcuni esercizi commerciali un cittadino 29enne nigeriano, senza fissa dimora, che a seguito accertamenti, è risultato inottemperante ad un provvedimento di espulsione emesso a suo carico dal questore di Terni lo scorso 19 novembre. L’uomo è comparso dinanzi al giudice del tribunale di Terni, il quale ha rinviato l'udienza al prossimo mese di gennaio.
12/12/2010 ore 0:05
Torna su