Venerdì 03/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: giro di vite per il "Chiamabus", vanno in "black-list" i cittadini che prenotano e poi non si presentano
I "furbi", non conoscono limiti. Sono quei cittadini che, non rispettando regole di varia natura, escogitano a volte dei sistemi che, secondo loro, li fanno sentire più "intelligenti" di altri. Quindi più furbi. Sul versante del trasporto pubblico questi colpi di "furbizia" sono assai frequenti. Si manifestano in genere attraverso il non pagamento del biglietto per viaggiare gratis. Tanto qualcuno che paga c'è. Pensano questi signori. Ma ci sono anche altre forme che il Comune di Narni ha avuto modo di sperimentare negli ultimi mesi. Avete presente il "chiamabus"? Si, le navette che si spostano da un quartiere all'altro di Narni e si mettono in movimento su chiamata, proprio come dice il nome del servizio. Ebbene, siamo arrivati al punto che c'è gente che chiama, prenota e poi non si presenta alla fermata stabilita. Da qui la decisione dellamministrazione comunale di intervenire attraverso un bel giro di vite e l'istituzione di una "black-list". A seguito di tutto ciò il comune ha deciso di cambiare le modalità di fruizione del Chiamabus,il servizio di trasporto pubblico su chiamata Da martedi 1° marzo gli utenti avranno diritto alla prenotazione di una sola corsa, andata e ritorno, da effettuarsi nello stesso giorno o il giorno successivo. Contestualmente il Comune attiverà una “black-list” all'interno della quale finiranno quei cittadini che, pur prenotando la corsa poi non si presentano alla fermata. “Superato – fa sapere l’amministrazione - il numero di assenze pari a due, questi utenti saranno esclusi definitivamente dal servizio. Tutto ciò – spiega sempre il Comune - al fine di poter garantire l'accessibilità al servizio al maggior numero di utenti”.
24/2/2016 ore 3:15
Torna su