Sabato 14/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:08
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Gino Capotosti (Udeur) spara a zero su Rifondazione Comunista: "fuori i suoi due assessori dalla giunta!"
Il nuovo appello lanciato da Rifondazione Comunista a Bigaroni non piace alle forze politiche della coalizione. Il messaggio che Alberto Sabatini (segretario provinciale di Prc) aveva rivolto due giorni fa al sindaco suona più o meno così: "noi siamo ancora disponibili a rientrare nel gruppo, ma devi essere te a chiedercelo e ad accettare le nostre condizioni". Bigaroni sembra aver ignorato l'invito di Sabatini e non ha battuto "nessun colpo", ma l'appello del segretario di Rifondazione ha urtato in qualche modo la suscettibilità di qualche esponente dei partiti che fanno parte della coalizione. Gino Capotosti, l'onorevole che da dietro le quinte sta gestendo l'operazione che dovrà portare all'allestimento di una lista di centro, risponde senza peli sulla lingua al messaggio di Sabatini e chiede, addirittura, che i due assessori rifondaroli attualmente in forza alla giunta, vengano immediatamente allontanati dall'esecutivo. "E' da tempo che a Narni si è consumato lo strappo tra centrosinistra e Rifondazione Comunista – spiega il parlamentare dell'Udeur -. La gente si attende coerenza e comportamenti consequenziali, per cui invito gli amici di Rifondazione ad abbandonare la giunta. Allo stesso modo invito il sindaco Stefano Bigaroni a estromettere dalla giunta chi non ha creduto in lui e ha tentato di metterlo in discussione. Insomma se c'è stata rottura ci devono essere atti consequenziali da una parte e dall'altra, se così non fosse comincerei ad avere qualche perplessità". Sulla questione si pronuncia anche Daniele Latini (Margherita) il quale ricorda come "a Rifondazione sono state date decine di possibilità di rimanere all'interno del gruppo e se alla fine essi stessi hanno deciso di scendere dal carro, devono fare i conti con le decisioni prese ed assumersene tutte le responsabilità".
26/2/2007 ore 6:14
Torna su