Venerdì 22/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Germano Rubbi presenta "Shaitan", uno spettacolo multimediale che andrà in scena giovedi 28 aprile presso la chiesa di San Francesco
Si chiama “Shaitan” ed è il nuovo spettacolo del regista e attore narnese Germano Rubbi. Questa nuova produzione di Rubbi andrà in scena giovedi 28 aprile alle 21,30 presso la chiesa di San Francesco, nel cuore del terziere Fraporta, “sebbene io sia di Mezule”, ci tiene a sottolineare ironicamente il regista. “Si tratta di un lavoro che si avvale di un impianto multimediale importante-spiega Rubbi-che regalerà forti suggestioni al pubblico grazie ad un piacevole mix che riusciranno a creare i nostri tecnici. La recitazione degli attori verrà infatti supportata dalle musiche di sottofondo e da proiezioni video che riproporranno delle immagini relative a dei ‘Quadri’ Su Giuditta e Oloferna ed alle battaglie relative ad un periodo che arriva fino al 1300, lo stesso in cui è ambientata la corsa all’anello”. La parte relativa alle proiezioni video assume un valore molto importante in questo spettacolo ed è curata dalla Eurosperimental Film, una associazione all’interno della quale Rubbi collabora da tempo in qualità di attore e sceneggiatore di cortometraggi e di regista per quanto riguarda invece le produzioni teatrali e video. Ed è su questo fronte che ultimamente il regista narnese si sta specializzando: “Sto preparando altri lavori sia teatrali che video ed ho iniziato una collaborazione con lo storico gruppo “Living Theater”-rivela Rubbi-famoso in tutto il mondo sin dagli anni ‘50”. Molti anche i laboratori teatrali ai quali l’eclettico personaggio sta partecipando in molte località dell’Umbria. L’attività di Rubbi non si esaurisce con la parte “attiva” della sua professione, infatti il regista collabora con alcune riviste che si occupano di cinema, scrivendo saggi e recensioni. Insomma un artista a tutto tondo in procinto di assurgere a palcoscenici di grande rilevanza, ma che non dimentica le sue radici narnesi.
26/4/2005 ore 19:00
Torna su