Mercoledì 20/02/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Forza Italia fa l'elenco delle opere "incompiute" ed attacca gli amministratori di ieri e di oggi
Fa l'elenco delle "incompiute". Ricordando le varie questioni che aspettano da tempo di essere risolte. Sergio Bruschini, capogruppo di Forza Italia, se la prende con l'attuale sindaco e con la sua giunta, ma anche con gli amministratori che lo hanno preceduto. "La gestione di De Rebotti - afferma -, ha brillato per una serie ininterrotta di analisi, studi, convegni, promozioni, tanti dibattitit, ma alla fine si è trattato del classico 'fumo senza arrosto". Prima di De Rebotti c'era stato Bigaroni che, per parte sua, non aveva certamente fatto meglio del suo successore. In questi ultimi anni sono stati accesi mutui per opere pubbliche pari a circa 28 milioni di euro. Molte situazioni 'centrali' della nostra comunità sono rimaste irrisolte e 'spostate' in avanti, sulla carta, di anno in anno. I temi del traffico e della viabilità nel centro storico e quelli di Narni Scalo, sono così rimasti insoluti. Mi riferisco, ad esempio, alla realizzazione della strada dei Bastioni, alle rotatorie ed alla bretella sulla Tuderte, ma anche ai nuovi innesti di Ripabianca e Capitonese ed a quelli di Ponte San Lorenzo e di Vigne".
LE ALTRE OPERE IN SOSPESO
"Non meno dolente - riprende Bruschini - è il lungo elenco delle grandi opere rimaste al palo. Tra le tante quella riguardanti la messa in sicurezza delle zone esondabili del Nera, il parcheggio del Suffragio, piazza De Sica a Narni Scalo, la piazza di Vigne ed ancora il collegamento dal Suffragio alla Rocca, monumento, questo, che è ormai chiuso da diverso tempo. Tra le questioni in sospeso troviamo poi la realizzazione del parcheggio Terminal bus di Narni Scalo, la costruzione della nuova piscina coperta e quella della scuderia unica che prevedeva la realizzazione del progetto denominato 'Borgo umbro', dove, oltre ad una grande scuderia, si sarebbero dovuti costruire un centro espositivo e spazi da adibire ai cosidetti 'grandi eventi'. In sospeso da anni troviamo, poi, la sistemazione di piazza Garibaldi e quella di piazzale Petri a Narni Scalo. Mancano - conclude Bruschini - poco piu di tre anni alla fine del mandato dell'attuale giunta e quasi sicuramente, la maggior parte delle opere che ho elencato, rimarranno ancora sulla carta. la ittà ed il territorio non possono permettersi di aspettare oltre. Sindaco e giunta facciano qualcosa per ridare slancio a Narni".
11/2/2019 ore 3:45
Torna su