Martedì 17/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: dove deve guardare il grifo che simboleggia il comune? A destra o a sinistra?
E’ una questione di punti di vista: per alcuni dovrebbe guardare a destra, per altri a sinistra. Difficile mettere d’accordo tutti. Sta di fatto che all’improvviso c’è stato chi se ne è uscito con un dilemma che di sicuro turberà per molto tempo il sonno dei narnesi: il Grifo che rappresenta lo stemma comunale dovrebbe essere “rampante” verso destra o verso sinistra? A guardare i vessilli del comune e tutti i loghi dove il simbolo appare non dovrebbero esserci dubbi: il grifo deve rampare a sinistra, ma i dubbi nascono quando si nota che in alcune immagini o sculture presenti in vari punti del palazzo comunale o negli Scolopi, questa sorta di drago alato ha le zampe rivolte verso destra. In comune non esitano a dire che “il simbolo ufficiale che rappresenta la nostra amministrazione è quello con il grifo rampante verso sinistra. Non è che lo diciamo noi, per un nostro vezzo, piuttosto perché è dal 1951 che il simbolo del comune è stato autenticato in questo modo da un decreto governativo firmato dall’allora presidente del consiglio dei ministri il quale riconobbe a Narni il titolo di città. In quella occasione venne fatta ampia e documentata menzione delle caratteristiche dello stemma, dei suoi colori e della posizione del grifo che guardava senza ombra di dubbio verso sinistra”. A sostenere la teoria del grifo a rovescio è Sergio Bruschini, consigliere di Forza Italia: “Non è perché è scritto sul decreto che il simbolo del nostro comune deve essere per forza così-spiega-secondo me è successo qualcosa che ha determinato l’errore proprio in occasione della richiesta da parte di Narni di ottenere il riconoscimento del titolo di città. Da ricostruzioni che sono riuscito a fare risulta che l’allora sindaco, fece ricamare lo stemma da una sarta la quale non si curò di fare una ricerca storica e posizionò il grifo a modo suo e quindi rampante verso sinistra. Da quell’epoca, e sono passati più di cinquant’anni, tutte le amministrazioni sono andate avanti utilizzando quel marchio, senza però rendersi conto dell’errore; altrimenti qualcuno dovrà spiegarmi perché nell’atrio comunale, negli Scolpi e da tante altre parti, ogni volta che si vede il simbolo di Narni c’è il grifo rivolto verso destra”. La diatriba è curiosa è pare quasi una sfida dal sapore politico: a Bruschini, insomma, potrebbe non piacere il grifo che guarda dalla parte opposta alla sua fede e gli piacerebbe, dopo tanti anni, farlo “girare” verso destra. “La curiosità cade a fagiolo-afferma Andrea Proietti segretario del sindaco-perché proprio in questi giorni abbiamno dato il via ad uno studio che dovrà occuparsi della storia del grifo comunale, attraverso una ricerca iconografica molto approfondita. Chissà che non vengano fuori novità anche riguardo alla posizione del grifo stesso?”
17/1/2005 ore 11:35
Torna su