Lunedì 24/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 11:55
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: da Rifondazione Comunista critiche al sindaco Bigaroni per i metodi usati nella nomina del nuovo presidente dell'Asit
Ancora polemiche intorno alla nomina di Sergio Saleppico quale nuovo presidente dell’Asit. Stavolta è il Partito di Rifondazione Comunista a muovere accuse al sindaco ed ai vertici del Pd narnese. “La coalizione che ha sostenuto Bigaroni alle ultime elezioni – si legge in un comunicato diffuso dalla segreteria narnese di Prc -, si è spostata completamente al centro, con tutte le conseguenze che un fatto del genere può determinare in una città come Narni che è sempre stata a sinistra. L’assenza in consiglio comunale di nostri rappresentanti – grazie a chi ha ritenuto di voltarci le spalle nonostante fosse stato eletto con i voti del nostro partito -, ha ridotto al minimo l’ultima possibilità di fare un’opposizione forte e coerente. Così – continua il comunicato – è del tutto normale che il sindaco abbia messo in scena la pantomima del bando di gara per ricercare, a suo modo di dire, il candidato alla carica di presidente dell’Asit, quando poi la nomina era già stata decisa nella sede del Pd. Una presa in giro per quelle 39 persone che avevano creduto nel bando ed avevano avanzato la loro candidatura”. Rifondazione ricorda poi che “sarà ora interessante vedere quali saranno le strategie che il sindaco userà per giustificare la nomina del settimo assessore”. Poi la conclusione, che ha il sapore di un auspicio: “speriamo negli effetti che produrrà la nascita della Federazione della Sinistra, che in ottemperanza alle direttrici morali che ne determinano le fondamenta, si pone come fine il miglioramento delle condizioni reali della gente partendo dalla partecipazione dal basso e dal coinvolgimento concreto delle persone”.
7/9/2009 ore 14:35
Torna su