Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: continuano le proteste per le campane rumorose del "Beata Lucia". Il rammarico dell'istituto che ha speso 20 milioni per riattivarle
"L’orologio di piazza Cajola? Non siamo noi a gestirne i rintocchi ma il “Beata Lucia”. Ai funzionari comunali non par vero di togliersi dall’impiccio ed anzi quasi son contenti di poter girare ad altri questa patata bollente. In città la storia dell’orologio, che quando batte le ore produce un rumore talmente forte da innervosire la gente del quartiere e da mandare in “tilt” persino le galline di un pollaio che avrebbero smesso di fare le uova a seguito del problema, ha fatto spuntare il sorriso in bocca a molta gente. “Sapevo che quell’orologio suona particolarmente forte-diceva ieri mattina un pensionato che abita in via Mazzini-tant’è che a seconda di come tira il vento i rintocchi si sentono anche da casa mia, però mi giunge nuova la storia delle galline che sono entrate in sciopero da quando è stato riattivato l’orologio”. In comune, dunque, non ne sanno niente: “Quell’orologio appartiene al complesso del “Beata Lucia”-ha confermato il dirigente Pietro Flori-e dunque non siamo stati noi a riattivarlo. Però, consentitemi una opinione, è mai possibile che i rintocchi di due campanelle così piccole possano creare così tanti problemi alla gente?”. E’ possibile ed a conferma di ciò ci sono le lamentele di tante persone che hanno i nervi a fior di pelle per il suono acuto che si ripete ogni quarto d’ora. “E per fortuna che da qualche mese hanno provveduto a fare in modo che l’orologio non batta le ore durante la notte-conferma una signora che abita in via Marcellina-altrimenti la “tortura” la dovevamo subire anche mentre dormivamo”. All’istituto “Beata Lucia” rimangono di sasso quando apprendono che c’è gente che si lamenta del suono delle campane. “Ma come-esclama Carlo Capotosti il presidente dell’ente morale-abbiamo speso più di venti milioni di vecchie lire per ripristinare quell’impianto, chiamando una ditta addirittura da Genova ed ora c’è gente che si lamenta perchè suonano troppo forte? A me risulta che in tanti, da quando nello scorso mese di marzo rimettemmo a posto l’orologio, sono venuti a ringraziarci per aver ridato alla città uno strumento così importante. E comunque, proprio per evitare di dare fastidio, già da molto tempo l’orologio diventa “muto” nelle ore notturne, e più segnatamente i rintocchi cessano dalle 22 alle 7 del mattino”.
Il problema delle campane sembra però essere abbastanza diffuso a Narni tanto che sulla scorta di questo episodio c’è stato subito chi si è premurato di far sapere che “da tempo immemorabile, ogni domenica mattina alle 8,30 e alle 8,45, il campanone della Cattedrale attacca a suonare a distesa per annunciare l’inizio della seconda messa. E quelli si che sono rintocchi che ti fanno tremare casa, soprattutto a chi come me abita nella zona di piazza Garibaldi!”.
18/7/2004 ore 5:25
Torna su