Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:35
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: consiglio comunale in "notturna", i politici storcono la bocca ma accettano la convocazione del presidente Mercuri
Quando è arrivata a casa la convocazione per il consiglio di stasera qualcuno ha storto il collo. Le 19,30, che poi diventano le 20,30 in seconda convocazione, sono un orario da cena in famiglia o da bisbocciata con gli amici, non certo quello in cui c'è da andare a rinchiudersi dentro ad una sala per parlare di questioni politiche e amministrative. A dire il vero c'è stata anche qualche moglie, che infischiandosene del ruolo politico del proprio coniuge, ha minacciato "ritorsioni" famigliari se questa storia di fare i consigli comunali all'ora di cena, o peggio ancora in piena notte, dovesse ripetersi. "Stavolta è andata così – commenta Maria Lanari, capogruppo di An – ma statene certi che in futuro ben difficilmente accetterò orari simili". "Il presidente del Consiglio Comunale Marco Mercuri – spiega invece Sergio Bruschini, capogruppo di Forza Italia - ci ha chiesto di fare uno strappo alla regola, in quanto il gruppo dei Ds aveva dei problemi e gli aveva chiesto di prorogare l'inizio del consiglio, così noi tutti abbiamo accettato l'insolito orario". E' un consiglio importante quello di stasera, intanto perché verranno discusse le linee programmate presentate tempo addietro dal sindaco e poi perché si dovranno insediare le Commissioni Consiliari. Ma Mercuri dovrà preoccuparsi di rispettare i tempi perché qualche consigliere rischia davvero di rientrare a casa e trovare la porta sbarrata dalla moglie che non era d'accordo su questa versione "notturna" del consesso.



6/9/2007 ore 11:15
Torna su