Lunedì 23/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: centro storico invaso dalle automobili in divieto di sosta e i vigili non hanno personale a sufficienza per fare le multe
Il borgo è di nuovo invaso dalle macchine. E sembra lontano anni luce il periodo in cui vie e piazze del centro storico di Narni erano state in gran parte sgombrate dalle auto. La situazione è tornata ad essere quella di “allarme rosso”, perché di automobili in divieto di sosta se ne contano a decine in ogni angolo della città. Via Garibaldi rappresenta una sorta di fiore all’occhiello (in senso negativo) di una situazione che scivolo ogni giorno di più verso il degrado. Il lato destro di quello che viene considerato il “Corso” di Narni è permanentemente occupato da automobili, nonostante campeggi bene in vista il segnale di divieto di sosta. E da quando lungo questa via è stato riaperto il doppio senso di marcia il fatto che parte della carreggiata sia occupata dalle macchine, crea dei frequenti ingorghi e costringe molte vetture a camminare sopra al marciapiede, sfiorando i pedoni. Ma la situazione di via Garibaldi è solo la punta di un iceberg particolarmente grande. Le stesse situazioni di grave paradosso si verificano in piazza Galeotto Marzio, la piazza ribattezzata dell’Università. E proprio da quando sono arrivarti gli studenti questo angolo della città è andato in tilt. Il Comune da anni ha istituito il divieto di sosta in vigore su tutte le 24 ore, ma di fatto nessuno lo rispetta e la piazza è sempre ingolfata di automobili, parcheggiate alla rinfusa. Dall’assessorato alla Viabilità promettono da anni un intervento attraverso il quale venga ripristinato un parcheggio ad ore, limitato solo ad un numero contenuto di spazi, ma fino ad oggi tutto è rimasto nelle semplici intenzioni. Al Suffragio la situazione è di quelle che si potrebbero definire “costanti”, in quanto tutti i giorni ed a tutte le ore è possibile trovare delle auto parcheggiate fuori dagli spazi e addirittura lungo la rampa che dal piazzale sale fin verso il monumento ai caduti. Alcune di queste auto appartengono a degli “habitué” che se ne infischiano di tutte le regole e lasciano le loro automobili parcheggiate per giornate intere, anche sopra a delle strisce zebrate. Situazioni da far-west anche in via Gattamelata, via dell’Asilo e piazza Trento. L’atteggiamento dei vigili, rispetto al caos che si registra in quasi tutte le vie del centro storico, è di parziale tolleranza, dovuta però al problema dello scarso organico che non permette di garantire dei controlli costanti. “I servizi da coprire sono sempre di più – spiegano dal comando della Polizia Municipale – e noi siamo in pochi; ecco perché spesso ci troviamo nella condizione di non poter fare dei sopralluoghi e multare chi parcheggia in luoghi non autorizzati”. A soffrire di questa situazione è l’immagine della città: “avete un centro storico meraviglioso – dicevano giusto ieri mattina alcuni turisti dell’Alto Adige in visita a Narni – ma tutte queste macchine lo rovinano. Fate qualcosa per lasciarle fuori dalle mura”.
14/4/2010 ore 0:27
Torna su