Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Bruschini (FI), commenta pesantemente le dichiarazioni di Barberini sul nuovo ospedale: "ennesima presa in giro"
"Altre bugie. Altre promesse che sono identiche a quelle che ci sentiamo fare da ormai troppi anni". Sergio Bruschini (Forza Italia) commenta così le parole pronunciate dall'asessore Luca Barberini all'indomani dell'incontro avvenuto lo scorso 21 ottobre a Perugia, tra i vertici della giunta regionale e quelli narnesi. "Si è trattato di un film già visto - è il commento di Bruschini -. Hanno riparlato, per lennesima volta, di come sarà il nuovo ospedale e della sua 'mission'. Una litania sentita decine di altre volte. Insomma, cambiano gli orchestrali ma la musica è sempre la stessa. Si predispone il piano, si promettono cronoprogrammi, finanziamenti, si parla di sinergie e di quello che serve per partire, poi tutto svanisce nel nulla.Quando si passa alla fase di approvazione si arenano le delibere della Regione, mentre le autorizzazioni che dovrebbero arrivare dai Ministeri, non si sa mai che fine fanno. Tutto ciò - osserva Bruschini -, fa rimanere nell'oblìo il progetto, passano due o tre anni ed intanto a Roma cambiano le leggi ed i governi, e cambiano anche le 'carte' che erano state predisposte per l'ospedale di Narni ed Amelia. Ed allora si ricomincia. Come sta accadendo ora, con il progetto di finanza che, a detta dell'assessore Barberini, deve essere rimodificato perchè sono cambiati gli indirizzi di finanziamento che saranno, dice l'assessore, tutti di carattere 'pubblico'. Mentre accade tutto ciò, al sindaco De Rebotti è sfuggito un fatto: Barberini ha parlato di 'potenziamento degli attuali ospedali di Narni ed Amelia, ma degli oltre 33 milioni che si verranno speso dalla Regione sul versante della sanità, in virtù del recentissimo ‘Accordo di programma integrativo per il settore degli investimenti sanitari’ siglato dai ministeri dell’Economia e della Salute con la Regione Umbria (30 milioni e mezzo li metterà lo Stato, uno e mezzo la Regione e altrettanto le Aziende territoriali), manco un centesimo risulta sulla carta destinato a Narni o ad Amelia".
24/10/2016 ore 3:53
Torna su