Venerdì 03/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:26
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: automobilisti imprudenti non rispettano il segnale di sbarramento in via Mazzini e creano ingorghi nelle ore di uscita delle scuole
Via Mazzini nel caos. E’ bastata una mattinata di pioggia e dei lavori in corso a via Marcellina per paralizzare ieri mattina in due o tre occasioni, la più transitata via del centro storico. E’ accaduto in coincidenza con l’uscita degli studenti della scuola media “Luigi Valli”e di quelli delle elementari. Come al solito un esercito di genitori è arrivato in piazza XIII Giugno per venire a prendere i figli negli orari di uscita superando lo sbarramento predisposto dal Comune all’altezza di piazza Alberti per segnalare la presenza di un cantiere di lavoro in via Marcellina. L’installazione di una centralina dell’Enel, che dovrà alimentare il palazzo Sacripanti in piazza Galeotto Marzio, ha reso necessaria l’interruzione della strada che già da ieri ha cominciato a creare problemi al traffico cittadino. Ad un certo punto via Mazzini era piena di automobili: alcune venivano in senso vietato ed erano quelle di coloro che, nonostante il divieto, erano scesi verso piazza Marzio e che erano costretti a tornare indietro, altre viaggiavano nel giusto senso di marcia ed appartenevano ad altri “contravventori” o a quei cittadini che abitano nella piazza. In mezzo al groviglio di automobili anche uno scuolabus. E’ cominciato un concerto di clacson che è andato avanti per alcuni minuti, poi la buona volontà di qualcuno e la pazienza di altri hanno permesso di liberare l’ingorgo, ma la storia si è ripetuta mezzora dopo e poi ancora più tardi in occasione dell’uscita delle altre scuole.
4/10/2005 ore 11:15
Torna su