Domenica 29/03/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: acque agitate nel terziere Fraporta dove esclusi e dimissionari alimentano il fuoco delle polemiche
Acque agitate nel terziere Fraporta. I risultati scaturiti dalle elezioni di due settimane fa sembravano non aver provocato scossoni particolari, ma era tutta apparenza tanto che sono subito cominciati a serpeggiare dei malumori diffusi che hanno innescato polemiche a non finire. Tutto è partito dalla clamorosa bocciatura di Enrico ed Alessandro Cioni (rispettivamente padre e figlio) che sono stati fatti fuori dopo lunghi anni di militanza nel terziere. Una esclusione mal digerita anche da Marisa Mercorelli, moglie di Enrico e madre di Alessandro, che invece aveva ottenuto i voti giusti per essere eletta nel comitato ma che posta di fronte ad una imbarazzante questione di carattere affettivo ha rinunciato alla nomina lasciando libero un posto nell'esecutivo. Per spirito di solidarietà anche Alessandro Salusest, un altro degli eletti, ha dichiarato di non voler far parte del comitato e quindi i posti "vacanti" sono diventati due e verranno occupati rispettivamente da Beatrice Baiocco e Giuseppe Ratini, ovvero i primi nell'elenco dei non eletti. Il comitato si riunirà oggi e ufficializzerà, finalmente, i nomi del Priore, del vice e quelli dei responsabili dei vari settori. Riguardo alla carica più importante non vi sono dubbi sulla riconferma di Umberto Di Loreto, mentre è da vedere chi riuscirà a sfangarla per il posto di vice. In rampa di lancio ci sono almeno quattro contradaioli: Alessandro Bartoli, Giovanni Cipiccia, Sasha Proietti ed Ernesto Falocco. Tutto fatto, invece a Mezule, dove Marco de Arcangelis è stato rieletto Priore ed al suo fianco è stato nominato per la prima volta Gabriele Chieruzzi che ha preso il posto del dimissionario Marco Dolci; Cesare Antonini è il segretario, Rosella Proietti la responsabile dell'amministrazione. Tra gli altri incarichi da ricordare quelli riguardanti la gestione del corteo storico, affidata a Serenella De Arcangelis ed Elisa Forzati, la giornata medioevale (Alessandro Bosi), la scuderia (Marco Della Rosa), i musici (Andrea Di Antonio e Marco Lucci), le due taverne (Francesco Piantoni, Daniele Di Domenico, Lorenzo Bacci e Antonio Giannelli) ed il forno del terziere affidato ancora una volta a Giancarlo Cotini e Gianni Di Antonio. (Nella foto Umberto Di Loreto, sarà quasi sicuramente lui il Priore Capo del terziere rossoblù)
3/11/2008 ore 4:54
Torna su